1519 – 2019 Leonardo Da Vinci: gli eventi a Milano, Torino e Roma

Prosegue il viaggio di TSD tra le iniziative e gli eventi pensati per celebrare il 500esimo anniversario della morte del genio Leonardo da Vinci.
Nella puntata precedente eravamo stati in Toscana e da lì eravamo partiti alla volta di Milano.
E allora ripartiamo proprio dal capoluogo lombardo dove non si contano le mostre e gli eventi legati e dedicati al genio italiano. Del resto, nel capoluogo lombardo Leonardo ha soggiornato a lungo (circa venti anni) e vi ha lasciato una traccia molto forte.

 

Milano

  • È già in atto e dura fino a ottobre 2019, Leonardo da Vinci Parade, rassegna organizzata dal Museo della Scienza e della Tecnologia.
    Il Museo ritorna alle sue origini esponendo in modo evocativo le due collezioni con cui ha aperto al pubblico il 15 febbraio 1953. (allora si celebravano i 500 anni dalla nascita).
    La mostra temporanea mette in scena una ricca selezione degli spettacolari modelli realizzati negli anni ’50 interpretando i disegni di Leonardo e affreschi di pittori lombardi del XVI secolo, concessi in deposito nel 1952 dalla Pinacoteca di Brera, diretta allora da Fernanda Wittgens.
    Accanto alle macchine sono esposti modelli di architetture militari e civili in gesso e terracotta, restaurati negli ultimi anni e da tempo non visibili.

    Sembra interessante non credete?

  • Le celebrazioni vere e proprie, però, prenderanno però il via il prossimo 2 maggio e dureranno fino al gennaio 2020.
    Si comincerà dal Castello Sforzesco, dove riapre la Sala delle Asse. Qui sarà possibile ammirare da vicino lo straordinario lavoro di Leonardo, la cui attività decorativa fu portata a termine nel 1498. Dalle passerelle saranno visibili i lavori di restauro appena ultimati e le tracce di disegno preparatorio con carbone a secco o pennello, raffiguranti sfondi paesaggistici di enorme impatto.
  • Dal 16 maggio al 18 agosto, all’interno della Cappella Ducale sarà possibile visitare la mostra Leonardo e la Sala delle Asse tra Natura, Arte e Scienza che consentirà di individuare e approfondire le relazioni iconografiche e stilistiche tra le decorazioni artistiche della Sala delle Assi e la cultura figurativa di altri maestri di ambito toscano, dei Paesi d’Oltralpe e della stessa Milano.
  • Dal 2 maggio 2019 al 2 gennaio 2020, Sala delle Armi: attraverso un percorso multimediale, sarà possibile compiere un viaggio spazio-temporale nella Milano rinascimentale di Leonardo, e quindi rivivere la città così come doveva apparire agli occhi di Leonardo durante il suo soggiorno milanese. Sarà possibile, grazie a una mappatura visiva, non solo passeggiare per la città, ma anche entrare in musei, chiese ed edifici del territorio.
  • Fino a giugno 2019Il meglio del Codice Atlantico. Leonardo ingegnere, architetto e scienziato. Alla Pinacoteca di Brera sarà possibile vedere alcuni tra fogli più rappresentativi del manoscritto conservato dalla prestigiosa istituzione: dagli studi ingegneristici e militari, ai progetti architettonici, fino ai celebri studi per la macchina volante, ripercorrendo la carriera dell’artista nella sua quasi totalità, dagli anni fiorentini fino all’ultimo periodo trascorso in Francia al servizio di Francesco I.
  • Sempre su questo su questo tema si concentrerà la rassegna dal titolo I disegni del Codice Atlantico del periodo francese, (dal luglio al settembre 2019) che presenterà una selezione di 23 fogli del manoscritto databili al soggiorno francese di Leonardo.
  • Dovremo aspettare, invece, il 7 ottobre  per andare a Palazzo Reale e vedere La cena di Leonardo per Francesco I: un capolavoro in seta e argento: per la prima volta dopo il restauro, sarà esposto il Cenacolo di Leonardo realizzato in arazzo, forse
    tessuto su disegno di Bramantino, voluto nel 1505-10 da Luisa di Savoia e Francesco, duca d’Angoulême (poi Francesco I di Francia, il sovrano che avrebbe ospitato Leonardo alla fine della sua vita): una delle copie più antiche della «Cena» vinciana, già allora un autentico mito nell’intera Europa (e mai uscito dai Musei Vaticani).

Lasciamo Milano e andiamo a fare una piccola capatina a TORINO

  • Nella città sotto la Mole, a partire dal 15 aprile, nelle prestigiose sale della Galleria Sabauda, verrà esposto al pubblico Il celebre Autoritratto di Leonardo, custodito nel caveau della Biblioteca Reale di Torino.

Prosegue il viaggio di TSD lungo lo Stivale alla scoperta dei tesori leonardeschi: andiamo a ROMA

  • dal marzo all’agosto le  Scuderie del Quirinale  ospiteranno la mostra dal titolo ancora provvisorio “Leonardo da Vinci. Scienziato e inventore”.
  • Tra aprile e settembre, la Fondazione Primoli ha organizzato presso l’Accademia Nazionale dei Lincei la mostra Leonardo a Roma. Influenza ed eredità

E ora, dirigiamoci in aeroporto… sì, cari lettori di TSD, vi portiamo all’estero, dove il Genio italiano viene celebrato in cornici molto suggestive.
Carta d’imbarco alla mano e voliamo per… ve lo sveliamo all’atterraggio nella prossima puntata.

Fonte http://www.nationalgeographic.it/popoli-culture/2018/11/29/news/2019_eventi_mostre_cinquecentenario_morte_leonardo_da_vinci-4209548/

Facebook Comments

Facebook Comments

Precedente #CoverReveal "La verità del sangue" - Fabrizio Roscini Successivo Verso "Il nome della rosa" la Serie #5 - Il movimento apostolico

Rispondi