Avventure del capitano De Contreras – Alonso De Contreras

Trama

Nel decadente impero spagnolo degli ultimi Asburgo, indebolito da conflitti continui e dal tracollo economico, emerse un nuovo tipo di soldato: un miliziano di dubbia estrazione sociale, irascibile e incline al saccheggio. Uno di questi soldati è stato Alonso de Guillén, meglio conosciuto come il capitano Alonso de Contreras, che narra in questo libro, con estrema cura e feroce naturalezza, le avventure della sua vita e i segreti del mestiere. Nato a Madrid nel 1582 in una famiglia modesta, sotto il re Filippo II, a soli 13 anni si troverà a dover scontare una pena in esilio per aver ucciso un compagno di studi con un coltello. Si arruolò nelle Fiandre, sotto il comando dell’arciduca Alberto de Austria nel 1597 e, a causa di un malinteso con i suoi superiori, fu inviato in Italia. Una vita a dir poco rocambolesca, segnata anche dall’uxoricidio, sempre in fuga o in missione. Un incredibile susseguirsi di duelli, abbordaggi, battaglie e tempeste: questo classico della letteratura spagnola, comparso in Italia per la prima volta nel 1946 sempre per Longanesi, rappresenta un’inestimabile testimonianza delle difficoltà, delle usanze e della vita dei soldati del ‘600.

Recensione a cura di Sara Quiriconi
Immaginandomi a fare un giro in libreria per la scelta della nuova lettura e ispezionando tutte le scelte sugli scaffali credo che per la categoria in cui rientra questo libro non avrei portato in fondo l’acquisto. Biografie e autobiografie non mi attirano. In questo caso avrei fatto un grosso errore!

Leggendo queste pagine scritte dal pugno di Alonso De Contreras ci si immerge nell’epoca seicentesca spagnola navigando per i mari europei. Il capitano Alonso ha iniziato la sua vita militare molto presto, tredici anni. Ha espresso a sua madre la voglia di intraprendere la vita militare e considerando il carattere combattivo direi che è stata la scelta migliore. Ha sempre prestato servizio al re di Spagna partendo dalla gavetta, facendo quindi il “servo”, fino riuscire a ricoprire il ruolo di capitano. L’autore descrive in modo non troppo approfondito, ma si riescono a ricavare molte notizie interessanti sulle condizioni di vita dell’epoca, sui rapporti sociali e sugli intrighi politici e amministrativi.

Una cosa che mi è piaciuta molto è la descrizione delle navi con cui il capitano, Alonso, ha solcato i mari. Alonso descrive la vita del militare in maniera spontanea; senza tanti giri di parole ci si rende conto della vita nuda e cruda e di come la si doveva affrontare per sopravvivere. Parla dello svolgersi delle giornate, come noi, oggi, parleremmo tranquillamente seduti ad un tavolo prendendo un caffè. E’ una cosa naturale, ordinaria amministrazione, come si può discutere oggi del procedimento di preparazione di un piatto. Questo suo modo di scrivere, semplice, proprio per mettere nero su bianco i suoi ricordi e la sua vita mi ha attirata molto. Probabilmente Alonso, non pensava, o meglio, non poteva immaginare, che il suo vissuto del XVI secolo, potesse arrivare fino al MMXVIII il nostro 2018.
In quegli anni, la parola data era già una garanzia, un contratto; ognuno dava un valore diverso a seconda della persona che aveva davanti. Alonso chiedeva “licenza”, per potersi allontanare dalla flotta. Se aveva una discussione con qualcuno si comportava diversamente se era un suo superiore oppure ai suoi occhi non era legittimato a comandarlo. Lotte e duelli erano all’ordine del giorno, come le uccisioni per onore o per vendetta. E’ anche un personaggio che ho imparato ad amare pagina dopo pagina, per il suo carattere deciso con gli uomini, per soddisfare la sua ambizione e la parte dolce che sa usare con le donne. Un vero cavaliere, protettivo, fedele tutto fino a che non scopre slealtà nei suoi confronti.
Posso sentirmi di consigliare questa lettura che può risultare leggera ma se ci si dedica un pochino di tempo si riesce a godersi l’atmosfera spagnola del seicento a fianco di Alonso tra i mille intrighi e amori del tempo.

Copertina rigida: 256 pagine

Editore: Longanesi (3 maggio 2018)

Collana: Nuovo Cammeo

Lingua: Italiano

ISBN-10: 8830450502

ISBN-13: 978-8830450509

Link d’acquisto: Avventure del capitano De Contreras

 

Facebook Comments

Precedente Nero rosso di donna. L’ambiguità della femminilità - Emma Fenu Successivo Blog Tour "Teodora - la figlia del Circo" - Costantinopoli