Il segreto della genesi – Tom Knox

Trama

Londra. Una serie di delitti scuote la città, e sembra non arrestarsi più. Scotland Yard brancola nel buio. Ci sono solo pochi indizi che sembrano puntare verso una tradizione occulta sotterranea e potente. Chi c’è dietro quelle esecuzioni rituali? E perché i fatti di sangue sono sempre accompagnati da strani scavi nelle vicinanze? Sito archeologico di Gobekli Tepe, Turchia orientale. Il giornalista Robert Luttrell, inviato sul posto per un incarico di routine, stringe amicizia con il direttore degli scavi, l’archeologo tedesco Franz Breitner. Rob apprende così la storia del tempio più antico del mondo, eretto dodicimila anni fa, poi misteriosamente sepolto e infine scoperto per caso in un’area che rappresenta forse la culla della civiltà, una zona in cui ancor oggi sopravvivono culti antichissimi… Ma qualcuno non vuole che gli scavi proseguano, ed è disposto a uccidere purché il segreto di quel tempio rimanga nascosto. Un segreto custodito da millenni, eppure sotto gli occhi di tutti, nel libro della Genesi. Fondato su scoperte reali ma, fino a oggi, poco note, Il segreto della Genesi è un thriller epico, avventuroso e capace di rivelare… forse più di quanto vorremmo sapere.

Recensione a cura di Roberto Orsi

“Il segreto della genesi” è il primo libro che leggo di Tom Knox, pseudonimo dell’autore Sean Thomas.

Che battesimo di fuoco ragazzi! Questo thriller è potente, crudo all’ennesima potenza, in alcuni passaggi in modo veramente energico.

Robert Luttrell,  giornalista americano trapiantato in Inghilterra, è in missione nel medio oriente. Gli scenari che racconta per la sua testata giornalistica sono quelli della cosiddetta “prima linea”. Rischia la vita ogni giorno per raccontare attentati dinamitardi di estremisti islamici, o l’ultima rappresaglia tra le file dei ribelli iracheni.

Quando il suo responsabile lo invia a Sanliurfa, nel Kurdistan turco ai confini con l’Iraq, dove è stato portato alla luce un sito archeologico antichissimo, Robert si aspetta di trovare solo un mucchio di pietre e polvere. Niente di più sbagliato! Il sito di Gobekli Tepe è, infatti, l’inizio di una spietata e crudele avventura che lo vedrà protagonista in prima persona, più di quanto potesse immaginare.

 

Quindi cosa doveva scrivere? La risposta era ovvia. Se si fosse attenuto meramente al semplice e comunque sbalorditivo materiale storico non avrebbe avuto problemi…

Robert non riesce a limitarsi a scrivere un semplice articolo sui ritrovamenti. L’atmosfera che si respira tra gli scavi è greve, troppo pesante per una missione archeologica. Qualcosa non lo convince, gli operatori locali sembrano ostili … Cosa si nasconde dietro la storia dei più antichi resti mai riportati alla luce? Gobekli Tepe nasconde davvero “il segreto della genesi” umana?

Allora il Signore Dio plasmò dal suolo ogni sorta di animali selvatici e tutti gli uccelli del cielo e li condusse all’uomo, per vedere come li avrebbe chiamati..

Franz Breitner, archeologo tedesco a capo della missione, non ci dorme la notte e sembra vicino alla soluzione. Un evento delittuoso, però, sconvolge la vita di Gobekli Tepe e risucchia Robert in un vortice di eventi che precipitano da li a pochi giorni.

Cosa lega gli eventi di Sanliurfa con le morti violente e misteriose di Londra? La banda di assassini è composta da sbandati o forse è qualcosa di più organizzato e tremendamente malvagio? Cosa è riportato sul Libro Nero degli Yezidi, originari di quella zona del mondo?

 

 

Proteggere e difendere il tempio dei nostri antenati. Per lo stesso motivo ci viene insegnato dai nostri padri, e dai padri dei nostri padri, che dobbiamo tenere al sicuro i segreti di Gobekli.

Nonostante il ritmo di questo thriller sia incalzante, l’autore riesce a trovare il modo di inserire tante digressioni storiche sulla culla della civiltà in medioriente: i culti pagani con i macabri rituali dei sacrifici agli dei, tradizioni antiche che si perdono nella notte dei tempi.

Questo libro può essere definito viscerale, nel vero senso della parola: ti prende le viscere in alcune scene, ti contorce le budella e te le strappa fuori mentre l’autore ti descrive con minuzia di particolari le torture inflitte dai suoi cattivi. E’ necessario lo stomaco forte in alcuni passaggi, non c’è dubbio.

I cattivi dell’autore Tom Knox non sono bestiali, vanno oltre la bestialità. La violenza che sprigionano è atavica, in alcuni passaggi va oltre la comprensione umana. Primordiale e genetica, insita nell’animo come lava di un vulcano in continua ebollizione, nascosta agli occhi dell’uomo. Pronta ad esplodere da un momento all’altro.

E siamo sicuri che solo i cosiddetti cattivi abbiano questa violenza dentro di sé? I buoni vengono trascinati in questo vortice di violenza e devono tenere a freno il proprio istinto, che suggerisce di ripagare le torture inflitte dai nemici, con lo stesso trattamento, diventando a loro volta malvagi.

Per combattere il male, è necessario altro male?

L’eterna diatriba tra fede e scienza, sulla genesi della razza umana, fa da sfondo a questo thriller, alla ricerca di una verità che potrebbe essere troppo scomoda da rivelare. Cosa si è disposti a fare per il silenzio e l’oblio?

 

Copertina flessibile: 440 pagine

Editore: TEA; Prima Edizione edizione (23 settembre 2010)

Collana: Teadue

ISBN-10: 8850222610

ISBN-13: 978-8850222612

Link d’acquisto: Il segreto della genesi

 

 

Facebook Comments

Facebook Comments

Precedente Blog tour - Kaijin (Linda Lercari) - Le armi medievali giapponesi Successivo La guerra delle due lune - Maria Scerrato