Il sigillo dei Kerrey – Giulia Masini

Trama
Irlanda 1850
Nessuno a Connagh, un paese a sud del Connacht, sul confine con il Munster, aveva pianto la morte di John Wyndham, Marchese di Worlingthon. Meno che mai i componenti di uno dei due Clan più importanti sul confine: i Crowell, in lotta con il clan dei Kerrey da ormai più di duecento anni.
Isibéal è l’unica figlia di Magnus, capo-clan Crowell. Giovane, bella e battagliera ha un segreto: è lei ad avere in mano il comando del clan di suo padre, ed è convinta che non ci sia occasione migliore che la momentanea assenza di un lord Inglese a vigilare sulle loro terre per recare quanti più danni possibili al clan dei Kerrey.
Quando una mattina, cacciando di frodo nella riserva del marchese, si scontra con un giovane sconosciuto, non immagina lontanamente di avere davanti il nuovo marchese di Worlingthon, e quando lo scopre decide di sfruttare l’interesse che sembra provare il giovane nei suoi confronti, per capire le sue intenzioni adesso che ha preso il posto di suo padre.
Ma è solo questo che la spinge a cercare la compagnia di un Inglese? Oppure è il bacio che il marchese le ha rubato e i suoi modi accattivanti a indurla a mentire alla sua gente solo per riuscire a rivederlo? Tra giochi di sguardi e un incontro d’amore segreto, Isibéal finirà, suo malgrado, con l’innamorarsi, senza immaginare che anche il giovane lord nasconde un segreto che inevitabilmente le farà maledire il giorno che lo ha incontrato.
Recensione a cura di Alessandra Ottaviano

Il romanzo è ambientato nella lussureggiante Irlanda del 1850. Il marchese di Worlingthon, lord inglese che sorveglia le terre d’Irlanda e vigila per sedare le rivolte tra i due clan più potenti, muore cadendo da cavallo, in un incidente alquanto sospetto.
Lord Liam Kerrey diventa il nuovo marchese. I Kerrey e i Crowell sono due antiche famiglie tra le quali intercorre una guerra atavica.
La protagonista Isibèal appartiene al clan dei Crowell e ne detiene il potere, lei è la custode dell’anello con inciso lo stemma di famiglia.
I due giovani si incontrano e si conoscono per caso e tra loro è subito colpo di fulmine. Si instaura fin da subito il sottile gioco della seduzione, fatto di sguardi intensi, languori, voglia di rivedersi, dialoghi irriverenti e arditi.
Liam con la sua sfrontatezza e spavalderia attrae come una falena impazzita Isibèal che abbassa la guardia e si lascia sedurre e destabilizzare dallo straniero che invece è stuzzicato dalla sua ritrosia.
Ma tutto cambia quando scopre la vera identità del bel marchese che intanto, alla morte del nonno accetta la pesante eredità dell’anello con il sigillo della famiglia Kerrey.
Improvvisamente i due protagonisti non sono più un uomo e una donna innamorati ma i capo clan di due famiglie in lotta tra loro, a dividerli è una faida nutrita di odio e alimentata da continui sfregi.
Ma Liam è intenzionato a porre fine a quella insensata discordia e decide di sfruttare il suo potere per mettere pace una volta per tutte, attraverso un matrimonio, pensa quindi di sfruttare l’antica legge del sigillo secondo la quale può rapire la donna che non vogliono concedergli in sposa e trascorso un termine prestabilito e rispettando alcune regole potrà sposare Isibèal.
I personaggi sono ben delineati ognuno con un preciso carattere e ruolo.
Il ritmo a mio avviso è troppo lento nello svolgimento della trama, soprattutto nei dialoghi dove diventa inutilmente prolisso e in questo si perde molto l’attenzione del lettore.
Molto suggestiva la minuziosa descrizione del matrimonio secondo l’antico rito celtico in presenza dei quattro elementi: aria, terra, acqua e fuoco, vengono utilizzati termini precisi e appropriati per raccontare una tradizione antica.

Il libro è corredato anche da un prezioso glossario storico molto dettagliato su alcuni usi e costumi dell’epoca.
Ho apprezzato l’intento di fondo dell’autrice ovvero unire sotto l’egida dell’amore un uomo e una donna facenti parte di due famiglie in discordia tra loro, la storia e la letterature sono colmi di ostinati novelli Romeo e Giulietta che alla fine in un modo, o in un altro riescono nel loro intento.
Una lettura leggera e piacevole per coloro che prediligono le saghe familiari e l’amore che vince su tutto.

Copertina flessibile: 306 pagine

Editore: Independently published (17 dicembre 2015)

Lingua: Italiano

ISBN-10: 1520133383

ISBN-13: 978-1520133386

Peso di spedizione: 531 g

Link d’acquisto: Il sigillo dei Kerrey

 

Facebook Comments

Precedente Nord e Sud di Elisabeth Gaskell Successivo Blog tour "Oracoli" - Quarta tappa: Sibilla