Il sogno del guerriero. Le forche caudine – Gerardo Bruno

Trama

Siamo nel 321 A.C. Argon, il secondogenito di Tedoro, il “Meddix”degli hirpini, durante il viaggio nella romanizzata città di Capua, è casualmente testimone di un complotto ordito per eliminare Gaio Ponzio Telesino, nientemeno che l'”Embratur”, il comandante delle armate sannitiche. Per attuare il loro piano, i romani assoldano un uomo tra la sua stessa gente: un traditore. Intento del tribuno, ideatore del complotto, è principalmente quello di uccidere il capo dei sanniti, uomo capace di sconfiggere l’esercito romano e, così facendo, evitare che l’intervento militare di due legioni, guidate da due consoli, potesse dare loro l’onore della vittoria, mettendo a rischio la sua futura carriera politica. Lo scontro tra sanniti e romani è comunque inevitabile e avviene nei pressi di Caudio, in pieno territorio sannita; ma non sarà una guerra come le altre, perché i sanniti, oltre alla vittoria, otterranno molto di più. Non soffiano solo aspri venti di guerra ma anche soavi spifferi d’amore: Argon e il suo inseparabile amico Erennio, entrambi diciassettenni, non sono affatto insensibili al fascino femminile.

Recensione a cura di Noelia Costa 

“Ho un sogno. Il mio è il sogno di un guerriero che desidera, più di ogni altra cosa al mondo, dare una dura lezione ai Romani. A me non interessa quante teste Romane cadranno, non cerco il loro sangue, voglio solo sconfiggerli in modo tale che resti per loro un macchia incancellabile e per noi una gloria senza fine. La parola Sanniti deve essere identificata come sconfitta per Roma. Questo è il mio sogno”.


Queste sono le parole dell’Embratur del popolo safino, nel quale tutti ripongono la propria speranza per sconfiggere i Romani. Ma anche i nemici lo sanno per questo tentano di elaborare un complotto contro di lui, complotto che verrà scoperto da uno dei due protagonisti, e che Argon, con l’aiuto di Erennio suo grande amico fraterno, cercherà di sventare.

I Sanniti, grazie all’astuzia e intelligenza del loro Embratur, Gaio Ponzio Telesino,riescono a far cadere in trappola le due Legioni nemiche. Ma non è la solita guerra che i Romani sono abituati a combattere. Come si concluderà questa guerra? Beh, la risposta la troverete nei libri di storia!
In questo romanzo non si narra solo della guerra, ma anche delle vicende personali dei nostri protagonisti, che, nonostante gli orrori delle guerra, riescono a trovare e difendere l’amore. Molto interessante è anche la panoramica sulla vita ai tempi della battaglia.

Dopo un inizio un po’ a rilento questo libro mi ha completamente catturata, scritto in maniera semplice e scorrevole. Non ho trovato nessuna difficoltà anche se sono stati utilizzati molti termini in uso in quell’epoca; l’autore è riuscito a farmi immedesimare nel racconto, il modo in cui riesce a descrivere i vari preparativi per la guerra, l’organizzazione di ogni singola persona, ognuna con un ruolo ben definito. Mi è sembrato di far parte di questa “catena di montaggio”, se così posso definirla, dove ogni componente è necessario

“Quando due eserciti si affrontano per combattere, a prescindere dall’esito della battaglia, che è solo l’atto conclusivo e decisivo, dietro c’è tanto oscuro, ma prezioso lavoro, da parte di ognuno sia organizzativo che manuale”

Inoltre devo dare merito all’autore, che, grazie alle meticolose descrizioni dei luoghi dell’evento bellico, è riuscito a “farmi vedere”, attraverso la parola scritta, come se stessi guardando una fotografia.

A dir la verità, conoscevo veramente poco di questa parte di storia (Guerre Sannitiche), solamente una piccola infarinatura datami ai tempi della scuola. Adesso mi è venuta una bella curiosità e voglia di conoscere di più riguardo a questo periodo e anche le zone in cui si sono svolte queste vicende.
Per chi, in un romanzo, cerca il mix perfetto di avventura , azione e amore, consiglio la lettura di questo libro.

Copertina flessibile: 254 pagine

Editore: Herkules Books (23 aprile 2018)

Collana: Bianco H

Lingua: Italiano

ISBN-10: 8899333343

ISBN-13: 978-8899333348

Link d’acquisto: Il sogno del guerriero.

Facebook Comments

Facebook Comments

Precedente EMMA - Jane Austen: eroina o anti-eroina? Successivo Tra i segreti di villa Aurelia - Brunella Giovannini