Intervista ai blogger – “Diario di un sogno” Sara Boniperti

Su Thriller storici e dintorni crediamo molto nelle collaborazioni tra blog. I blog tour, le recensioni incrociate e le interviste sono iniziative che ci piace molto portare avanti e proporre a voi lettori!

Oggi abbiamo il piacere di ospitare nella nostra rubrica “Intervista ai blogger”, Sara Boniperti fondatrice e admin del blog “Diario di un sogno”!

Ciao Sara, iniziamo parlando del titolo del tuo blog “Diario di un sogno”, come è nata l’ispirazione per questo nome?
Ciao Roberto, ho sempre amato scrivere, penso che l’appuntamento quotidiano con la pagina bianca costringa a prestare più attenzione ai fatti della giornata, ad ascoltare meglio, a pensare più a fondo, a guardare più intensamente. Per quanto riguarda la lettura, io leggo per sognare. Chi ama la lettura, cerca il libro dove è raccontato meglio il suo sogno. Chi scrive lo fa perché ama regalarne. Così è nato il nome “Diario di un Sogno” un posticino dove sognatori e lettori possono condividere sogni e libri.

E qual è il tuo sogno se puoi raccontarcelo?
Non ho un sogno in particolare, mi piacerebbe arrivare al cuore delle persone e avvicinarle alla lettura, purtroppo oggi si sentono frasi orribili tipo: “Non leggo perchè non ho posto per tenere libri in casa” oppure “Non leggo perchè non ho tempo”, ma la verità è che queste sono solo scuse, sono persone che vivono costantemente con occhiali scuri che non permettono loro di vedere i colori della vita, privandoli della magia che si crea aprendo un libro.

Hai creato tu il blog e adesso ti avvali di collaboratori molto preparati. Come ti trovi nella gestione del team?
Ho creato il blog per superare un momento difficile e molto doloroso per me, è stato un modo per tirare fuori emozioni, piano piano sono arrivate nella mia vita le ragazze che compongono il mio team. Ho conosciuto Dalila alla mia prima presentazione come relatrice ad Alghero e sono rimasta sorpresa nell’apprendere che già seguiva il mio blog, è stata una gioia per me. Poi sono arrivate Patrizia che mi aiuta tantissimo nell’organizzazione, Laura, Lara, Stefania, Mariel, Francesca e Paola, la mia piccola famiglia. Siamo diverse caratterialmente e leggiamo anche generi diversi ma abbiamo in comune l’amore per la lettura, l’umiltà e la voglia di fare e questi ingredienti bastano per portare avanti questo sogno. Per lavorare bene è necessario il dialogo sereno, che permette un confronto libero che ci fa guardare oltre e capire chi ci sta accanto.
Io mi occupo dei contatti con case editrici e autori, gestisco instagram e twitter, pianifico il lavoro e assegno i testi da recensire alle ragazze (ormai conosco i loro gusti) e organizzo eventi nel blog e ultimamente anche nelle librerie di Cagliari. Marzo e Maggio saranno dei mesi impegnativi per me, cercherò di diffondere cultura ai ragazzi attraverso un gioco “Indovina il libro” che li vedrà coinvolti insieme ad altri autori in un quiz letterario e farò da relatrice a un festival letterario.

Hai un genere che prediligi recensire sul tuo blog?
Prediligo i thriller, la narrativa e gli storici. Non gradisco le favolette d’amore, le storie tutte rose e fiori mi annoiano terribilmente, anche perché non rispondono alla realtà. Mi spiego, l’amore per me sta nelle piccole cose concrete, imperfette a volte, che in fondo nascondono il cuore vero. Quindi un romanzo che svela significati profondi e narra sentimenti realistici e credibili potrebbe davvero catturare la mia attenzione.
Le ragazze che collaborano con me invece leggono di tutto… (poesia, saggi, romance, fantasy) e le ammiro molto per questo.

Che cosa cerchi con il tuo blog? Quale obiettivo hai?
L’unico obiettivo è quello di far conoscere nuovi libri ai lettori, collaborando con tutti quelli che amano i libri come me. Cerco nuovi sogni.

Recensioni, interviste, Blog tour, review party, giveaway… quanto è importante e quanto è difficile essere originali oggi sul mondo social?
Essere originali è importante ma ancora di più lo è essere trasparenti e veri. Purtroppo oggi tanti aprono un blog solo per avere copie omaggio e non hanno voglia di fare niente, lo dimostrano copiando recensioni, articoli, idee e tutto questo è molto triste.

Chissà quante volte ti hanno posto questa domanda “come fai a leggere tutti quei libri, gestire il blog e avere pure una vita?”. Tu cosa rispondi in questi casi?
Se hai voglia di fare davvero riesci a fare tutto. Organizzo la mia giornata, la mattina mi dedico alla pianificazione del blog e alle mail (circa due ore ogni giorno), poi mi dedico alla casa, nel pomeriggio leggo e mi dedico alla grafica (non è il mio lavoro ma amo sperimentare) dopo cena se non ho impegni torno alla lettura nuovamente. Il week end è totalmente dedicato a me e alla mia famiglia. Vivo di liste, spuntare i vari punti mi aiuta tantissimo, vedere l’avanzamento e quante cose sono riuscita a fare mi stimola e mi incoraggia a continuare. Patrizia è fondamentale per me, mi aiuta tantissimo nell’organizzare e Dalila nell’impaginazione degli articoli.

Da assidua lettrice quale sei e da conoscitrice del mondo editoriale, cosa manca oggi secondo te nel panorama letterario?
L’amore e la passione. Ormai sono qualità rare da trovare, si inseguono le mode del momento, quelle cose che fanno vendere, troppi copia e incolla, poche ricerche…

Hai mai pensato di scrivere tu un libro, dopo averne recensiti cosi tanti?
Ho scritto un libro. Resterà chiuso nel mio cassetto perché mi è servito per sfogare il dolore per la perdita dei miei nonni.

Grazie mille Sara, la tua intervista è stata davvero interessante e sono sicuro piacerà anche ai nostri lettori. Lascio ancora una volta il link al tuo blog “Diario di un sogno” e rinnovo l’invito agli autori che dovessero passare di qui, di contattare Sara perché il suo blog lo merita!

Facebook Comments

Facebook Comments

Precedente I segreti del Rubicone - Ivo Ragazzini Successivo Cosa troveremo in libreria a Gennaio 2019? TSD consiglia...

Rispondi