La contessa rossa – Niky Marcelli

Trama
Quali segreti, settant’anni dopo la fine della guerra, sono celati nella vecchia borsa militare rinvenuta in un crepaccio di montagna, accanto ai resti della Contessa Rossa, una famosa partigiana altoatesina? Perché suscita ancora l’interesse dei discendenti di un criminale nazista? Cosa nascondono i sotterranei di un lussuoso hotel? Misteri che Sara Varzi di Casteldelbosco, rampolla della nobiltà e nipote della partigiana dalla quale ha ereditato non solo il nome, cercherà di svelare. L’aiuteranno nell’impresa: Anna Caremoli, intraprendente giornalista, del quotidiano L’Alto Adige; una restauratrice dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze ed un ironico e sorprendente maître d’hotel. Con il loro fondamentale appoggio, la giovane Contessa Rossa si tufferà in una rocambolesca caccia al tesoro che la porterà in giro per l’Italia. Un’avventura ricca di personaggi e colpi di scena, dove il thriller si intreccia con la commedia, il glamour con la suspense, lasciando il lettore ora divertito, ora senza fiato.

Recensione a cura di Alessandra Ottaviano

In Alto Adige, al confine con l’Austria, all’interno di un crepaccio, viene rinvenuto lo scheletro di una donna. Vicino allo scheletro è presente una valigetta. Al suo interno sono contenuti documenti riguardanti la “Spada di Odino”, nome in codice di una potente arma di distruzione di massa, creata dai nazisti in un laboratorio sito in Italia.
Quei resti appartengono alla contessa Sarah Mantovani Varzi di Castel Del Bosco, una comandante partigiana delle brigate “Karl Marx”, una combattente della resistenza partigiana dimenticata dalla storia.

Con abilità, Niky Marcelli riprende la storia poco nota di questa contessa ebrea e imbastisce una trama ambientata ai giorni nostri .
La protagonista, la giovane contessa Sara, omonima dell’eroina di guerra – si mette alla ricerca della verità per scoprire cosa è accaduto alla sua antenata. Sara

è affiancata da Care, una giornalista che fiuta subito lo scoop, la traccia per poter scrivere un ottimo articolo che la faccia uscire dall’ombra. Oltre che compagne d’avventura, Sara e Care si scopriranno amiche, con molte cose in comune.Le ragazze però, non sono le uniche a essere coinvolte in questa vicenda: Carlos e Enrique Winkler, padre e figlio, a capo di una importante e ricca azienda chimico farmaceutica in Paraguay, sono attratti dal potenziale affare nonchè dai conseguenti guadagni facili che potrebbero ricavare recuperando la formula della “Spada di Odino”.
Ha così inizio questo racconto che tocca diversi luoghi dell’alta Italia. “La contessa rossa” è un romanzo giallo brillante, con ambientazione storica che, a tratti, immerge il lettore negli anni della seconda guerra mondiale e nelle lotte partigiane contro i nazisti.

Marcelli usa un linguaggio fresco, accattivante, attuale e trascina il lettore in un viaggio nel tempo e nello spazio per riportare alla luce un segreto sepolto da decenni. Lo stile leggero, a tratti umoristico, soprattutto nei dialoghi, rende la lettura scorrevole.
Questo romanzo è un’avventura che si legge tutta d’un fiato. Quindi, senza ulteriori indugi, montate sul sedile della “Morgan” rosso fuoco che la protagonista, appassionata di auto d’epoca, guida con maestria e lasciatevi condurre per questa avventura “on the road”.

Copertina flessibile: 368 pagine

Editore: StreetLib (2 marzo 2018)

Lingua: Italiano

ISBN-10: 8826001715

ISBN-13: 978-8826001715

Peso di spedizione: 494 g

Link d’acquisto: La contessa rossa

 

Facebook Comments

Facebook Comments

Precedente Blog Tour "Sangue due volte rosso" - Intervista a Gabriella Grieco Successivo Mediche o streghe? - Prima parte