Lara e il diario nascosto – Daniele Cambiaso e Rino Casazza

Trama

Lara Sangiorgi è una ragazzina sveglia, ama la musica e legge libri di avventura. Sta trascorrendo in campagna gli ultimi giorni delle vacanze estive insieme ai nonni e in compagnia di Andrea, Fabio e Serena, i suoi amici inseparabili. Quando una frana, causata da un violentissimo temporale, le fa scoprire delle ossa e un diario sepolto da anni, riemergono racconti di guerra, tesori rubati e misteriose sparizioni. Ma qualcuno non vuole che certe storie vengano fuori…

Recensione a cura di Fabiola Madàro

Avete mai fatto una “lettura condivisa” con dei bambini? Beh, se non l’avete fatto non sapete cosa vi perdete. Sono degli ottimi ascoltatori, a loro non sfugge nulla, ma proprio nulla! È un continuo scoprire, chiedere, curiosare e voler capire. Ho letto insieme ai miei bambini questo giallo per ragazzi con riferimenti storici perché volevo sapere anche il loro punto di vista. SOPRATTUTTO il loro punto di vista!

“Come quella volta, quando avevano otto o nove anni e si erano divertiti a fingere di essere dei pirati che dovevano assalire una fortezza spagnola”

E abbiamo davvero costruito un fortino. In salotto. Questi sono i rischi che si corrono a stimolare la fantasia dei bambini. Ma non abbiamo fatto solo quello. Abbiamo letto a turno, un capitolo a testa. Lara è stata una buona compagna d’avventura, perché con il suo diario ritrovato ci ha permesso di saltare dalla nostra epoca, fatta di musica sull’ipod, messaggi whatsapp ed e-mail, a un’altra, quella della Seconda Guerra Mondiale, in cui solo le pagine di un diario e una penna potevano accogliere le confidenze e i segreti di un ragazzo.

Ed è così, attraverso le pagine di un vecchio diario ritrovato, che Lara e noi con lei abbiamo scoperto ciò che avveniva in quegli anni in Italia e pagina dopo pagina la curiosità in loro cresceva.

Calco della testa di satiro attr. al buonarroti e rubato dal bargello nel 1944.JPGGli argomenti storici trattati, come il traffico delle opere d’arte trafugate dai tedeschi per il mercato nero, non ha mai annoiato i bambini che anzi erano ansiosi di saperne di più. Mentre andavamo avanti con la lettura, mi hanno più volte chiesto di trovare su internet le immagini delle opere d’arte di cui si parlava nel libro, come per esempio la Testa di Fauno di Michelangelo o il Fonte Battesimale del duomo di Pisa di Tino da Camaino.

“Le tremano le mani mentre distende i lembi del foglio, facendo pianissimo per non lacerarlo. Sembra una mappa…”

Chi di noi non ha mai sognato di trovare una mappa? Magari che nasconda un tesoro. La curiosità dei bambini è stata stuzzicata al punto da non darmi tregua. Volevano sapere, scoprire, facevano supposizioni e volevano arrivare alla fine.

“Amici, pensa soltanto, e le sembra di scoprire ora il vero significato di quella parola.”

Ma non c’è solo il mistero e la storia in questo romanzo: c’è l’amicizia, quella vera, quella che ti fa credere che se hai un amico al tuo fianco tutto andrà bene. E poi ci sono i primi amori, quelli che nascono lentamente tra le pieghe dell’amicizia, ma che poi emergono all’improvviso senza che si abbia il tempo di riconoscerli.

Scritto con parole semplici, ma mai banali. Gli autori sono stati davvero bravi a intrecciare la vita moderna, quella a cui i nostri ragazzi sono naturalmente abituati, con quella di un periodo in cui tutto era difficile.

È stata un’esperienza nuova per me, ma sono contenta di aver letto questo romanzo insieme ai miei ragazzi perché credo che non ci sia modo migliore di avvicinarsi alla lettura e perché no, alla storia!

 

Copertina flessibile: 128 pagine

Editore: Frilli (24 maggio 2018)

Collana: I frillini

Lingua: Italiano

ISBN-10: 8869432661

ISBN-13: 978-8869432668

Link d’acquistoLara e il diario nascosto

 

Facebook Comments

Facebook Comments

Precedente Patres - Sonia Morganti Successivo #Letturecondivise Ottobre: La casa del tempo perduto - Roberta Monti