Le interviste di TSD – Ottavio Nicastro


Alessandra Ottaviano ha intervistato per noi di “Thriller Storici e Dintorni” l’autore Ottavio Nicastro. Un bel botta e risposta tra lettrice e autore che ha voluto raccontarsi un po’. Ma prima, conosciamo meglio l’autore:

Ottavio Nicastro è medico di professione. Ha militato per quindici anni in un gruppo teatrale. Ha scritto e diretto due commedie un dramma un musical. Regista di diciannove video clip alcuni dei quali musicali, che hanno ottenuto un buon consenso da parte del pubblico. Ha scritto diversi saggi e otto libri che spaziano dal mistery al giallo, al Fantasy, al dramma sociale. Due di questi sono stati pubblicati da Lettere Animate editore. “Il Ghaladon” e “La Battaglia di Anghiari”. Attualmente sta lavorando su un testo drammatico che ha come sfondo la pittura Fiamminga.

A.: “Buongiorno Ottavio.”

O.: “Buongiorno a te Alessandra.”

A.: “Perché hai scelto proprio Leonardo da Vinci?”

O.: “Domanda interessante. Fin da piccolo il personaggio ha suscitato il mio interesse. Sapeva fare di tutto, davvero incredibile. Ha stuzzicato la mia fantasia di fanciullo, continua a farlo con quella di adulto.”

A.: “La Battaglia di Anghiari è il dipinto perduto di Leonardo, entrato nella leggenda e mai più uscito.”

O.: “Qualcuno ha detto “quando una leggenda incontra la realtà a vincere è sempre la leggenda”. Si pensa che sia nascosto sotto a quello del Vasari nel salone dei cinquecento a palazzo vecchio a Firenze. Forse è vero, forse no.”

A.: “Tu hai ideato un racconto che fornisce una spiegazione al rebus?”

O.: “Un’avventura, almeno sotto certi aspetti. Ho creato un puzzle miscelando quello che si conosce attraverso la storia, e riempiendo i vuoti con la fantasia. Ne è venuto fuori un romanzo la cui vicenda inizia le 1503, compie un balzo non indifferente spostandosi in un futuro prossimo a venire, il 2136, per poi terminarsi ai giorni nostri. Nel 2019.”

A.: “Leonardo che ruolo vi ricopre?”

O.: “Il burattinaio che muove le fila influenzando lo svolgersi degli eventi.”

A.: “Un uomo del futuro mi pare di capire?”

O.: “Il tempo, almeno sotto certi aspetti, è solo un’illusione. Ognuno di noi vive svariate esistenze, alcune reali altre frutto di fantasia. Spingere lo sguardo oltre l’orizzonte e sbirciare di là dei confini del mondo conosciuto, è insito nella natura umana. Leonardo l’ha fatto, stravolgendo sia il suo che il nostro tempo. Chissà un giorno forse si riuscirà a far piena luce su uno degli intelletti più interessanti della storia dell’umanità.”

A.: “Tra non molto ricorreranno i cinquecento anni dalla sua scomparsa, pensi che il tuo libro, La Battaglia di Anghiari, rappresenti uno dei modi per festeggiarlo?”

O.: “Il mio romanzo è solo la goccia in mezzo all’oceano, a rappresentare la grande distesa d’acqua è la genialità di Leonardo.  Pur tuttavia il racconto ci si muove con gentilezza, non trascurando la necessaria cautela. Come ho detto in precedenza è solo un’avventura, dove la mente umana riesce a svagarsi e chissà, forse anche a trovare qualche interessante risposta. Provandoci almeno.”

A.: “Non rimane che leggerlo dunque, cogliendo il sottile filo che lega la realtà alla fantasia, la verità all’illusione, la conoscenza alle ipotesi.”

O.: “Hai detto bene Alessandra, mi auguro di esserci riuscito, la risposta la coglieremo dai lettori che decideranno di avvicinarsi al mio libro La Battaglia di Anghiari.”

A.: “Bene, non mi rimane che farti gli auguri. Un grande in bocca al lupo e grazie per essere stato con me.”

O.: “Crepi il lupo e grazie a te Alessandra per avermi concesso la tua attenzione.”

Formato: Formato Kindle

Dimensioni file: 2922 KB

Lunghezza stampa: 332

Editore: Lettere Animate Editore (6 giugno 2018)

Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.

Lingua: Italiano

ASIN: B07DKXZCBZ

Link d’acquisto: La battaglia di Anghiari

Facebook Comments

Precedente La cattedrale dei vangeli perduti - Fabio Delizzos Successivo Lettere di un libertino - Cathlin B.