Lettere di un libertino – Cathlin B.

Trama

Ogni tanto il passato ci restituisce storie dimenticate o volutamente cadute in oblio.
Le lettere segrete di Casanova, che avrebbero dovuto essere bruciate dalla marchesa a cui erano destinate, casualmente ritrovate da un rigattiere, svelano ciò che il seduttore più famoso al mondo tenne nascosto durante la sua vita.
Ora potrete leggere alcune avventure inedite, restaurate per quanto possibile, della vita del famoso Casanova, che non si dilettò solo con ricche dame e attraenti fanciulle ma anche con avvenenti uomini.
Nella prefazione della sua “Storia della mia vita” Casanova scrisse: “Non si troveranno in queste Memorie tutte le mie avventure: ho omesso quelle che potevano dispiacere alle persone che vi presero parte”.
In questo libro l’autrice ha immaginato le storie che lui, per riserbo, non trascrisse.

Recensione di Noelia Costa

Questo breve romanzo epistolare, si apre con un breve epilogo nel quale viene spiegato come sono giunte a noi queste lettere, scritte di proprio pugno da un personaggio molto noto come Giacomo Casanova, e indirizzate, forse, alla sua amica e confidente marchesa Maria Teresa Fogliani: dama di compagnia di Elisabetta Farnese, moglie di Filippo V, e in seguito di Maria Amalia di Sassonia, moglie di Carlo III di Borbone.

In queste pagine vediamo Casanova, come già accennato in precedenza, raccontare tramite lettere i dettagli delle sue avventure, delle sue passioni e delle sue conquiste, che talvolta riguardano personaggi di una certa rilevanza. E per questo si ritrova perennemente in fuga tra le varie corti e salotti d’élite di mezza Europa.

Un libertino è distratto, allegro, piacente, dissipatore, dolce, compiacente, audace, galante, amico di ogni piacere, pieno di indulgenza per i propri difetti. Ha più spirito e maggiore conoscenza dell’animo degli uomini e delle donne. I libertini incarnano tutto ciò che le persone serie non osano essere. Amo il piacere”.

Questa frase racchiude perfettamente l’essere del Casanova, un uomo amante della vita, dei piaceri e dell’amore.

Qui viene descritto un Casanova un po’ diverso dall’immaginario abituale, non solo attratto da belle e avvenenti donne, ma anche da uomini ammalianti e vigorosi. Ma a noi non è dato sapere se ciò corrisponde alla realtà o meno.

In alcuni punti, le descrizioni delle avventure del nostro protagonista, rasentano l’erotico, ma senza mai cadere nel volgare. Personalmente non amo molto questa tipologia di romanzo, ma ogni tanto bisogna uscire fuori dai propri schemi, e posso dire che ne sono rimasta positivamente sorpresa. Ho apprezzato la forma che è stata scelta per la stesura del romanzo, che, come spiega l’autrice a fine libro, è una forma di letteratura piuttosto in voga nel 1700.

Non avevo mai letto nulla riguardante Casanova, posso dire che come inizio non c’è male, un personaggio misterioso, intrigante piuttosto dissoluto, ma fu anche poeta scrittore e avventuriero:  vale la pena approfondire la conoscenza della sua vita.

È il primo libro che leggo di questa autrice, è stata una bella scoperta, ne sono rimasta affascinata dal modo in cui riesce a “calarsi” nei panni del Casanova, utilizzando termini e dialettica dell’epoca, riuscendo a descrivere in modo piuttosto dettagliato l’ambientazione. Ho trovato la lettura piacevole con una narrazione fluida, a tratti con qualche tocco di umorismo, e mai noiosa, diversa dai soliti romanzi storici al quale siamo abituati, ma che comunque riesce a stimolare la curiosità e l’interesse del lettore per via dell’originalità.

 

Lunghezza stampa: 128

Numeri di pagina fonte ISBN: 1719823588

Utilizzo simultaneo di dispositivi: illimitato

Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.

Lingua: Italiano

ASIN: B07GPPN7M7

Link d’acquisto: Lettere di un libertino

 

Facebook Comments

Facebook Comments

Precedente Le interviste di TSD - Ottavio Nicastro Successivo Il miniaturista - Jessie Burton