Autori e editori presenti

A Scripta Manent – Piccolo Salone del romanzo storico, in scena a Ferrara il 9 e 10 novembre 2019, nell’ambito della manifestazione Usi & Costumi – Viaggio tra luoghi, sapori e rievocazioni…, saranno presenti diversi autori e editori (per maggiori informazioni, clicca qui).
In questa pagina ve li sveleremo uno alla volta – mantenendo la suspance come si conviene a un buon romanzo/thriller storico -, accompagnandovi a fare la loro conoscenza virtuale fino a quella, si spera, reale, che potrete approfondire a Scripta Manent.
Ve li presentiamo attraverso delle brevissime interviste con cinque domande!

CASE EDITRICI

 

Aporema Edizioni

Nata dalla volontà, idealista e concreta al tempo stesso, di alcuni autori, che all’inizio del 2017 si sono organizzati in forma di cooperativa, la nostra casa editrice si prefigge l’obiettivo di pubblicare buoni libri, senza preclusioni di genere, indirizzati a un pubblico il più vasto ed eterogeneo possibile, attraverso un linguaggio semplice e diretto.

Oltre che ai lettori, Aporema Edizioni ha scelto di prestare particolare attenzione a chi autore intende diventarlo, o vuole continuare a esserlo, assistendolo nella sua formazione con corsi specifici di scrittura creativa e proponendogli percorsi di pubblicazione adatti alle sue esigenze.

“Dalla parte di chi scrive, dalla parte di chi legge” ci è parso dunque lo slogan più adatto a indicare la nostra volontà di costruire un solido ponte di lealtà tra scrittori e lettori; mentre la doppia alfa presente nel logo sottolinea il nostro desiderio di stimolare un confronto tra tesi contrapposte.

L’intervista flash per Aporema Edizioni!

Arpeggio Libero

Arpeggio Libero nasce a Lodi alla fine del 2010 e in pochi anni si afferma come una novità nel
variegato panorama dell’editoria italiana. Casa editrice quasi interamente dedicata alla narrativa
custodisce.
La missione dello staff di Arpeggio Libero è innanzitutto quella di dar voce a esordienti che
difficilmente troverebbero spazio nel complicato mondo dell’editoria italiana. Questo non ha certo
impedito che alcuni di loro si siano affermati come scrittori noti ormai non solo a livello locale.
I libri pubblicati da Arpeggio si distinguono oltre che per la scelta dei contenuti per la qualità della
carta e per essere tutti rigorosamente cuciti.

Cinque domande per Arpeggio Libero!

Dielle Editore

La DieLLe Editore, nata nel 2011, è una casa editrice specializzata in saggistica dell’epoca
classica, abbraccia il periodo storico posto tra le prime forme di scrittura (3000 A.C.) fino
all’Alto Medioevo. I temi trattati sono tanti e di varia natura: antropologia, architettura, arte, archeologia, biografie, cultura, filologia, numismatica e non solo. L’attenzione nei confronti degli autori, la formula divulgativa dei testi, la cura nella preparazione delle pubblicazioni e la ricerca dei migliori canali di sponsorizzazione dell’opere, sono tra i nostri punti di forza.
Ogni anno propone nuovi progetti editoriali ai suoi lettori.
Nel 2015 collabora ed edita il catalogo della mostra Symbola Il potere dei simboli.
Recuperi archeologici della Guardia di Finanza, aprendosi al mercato editoriale dei cataloghi di arte e archeologia.
Nel 2017 edita il catalogo della mostra Sacra Nemora. La cultura del sacro nei contesti santuariali in area Albana, esposta presso il museo di Lanuvio (RM).
Nel 2019 il volume L’identità romana diventa testo di riferimento per l’esame di storia romana presso l’università di Salerno.

Ecco l’intervista alla Dielle Editore!

Le Mezzelane

Cuore tra le dolci colline delle Marche, testa nella multiculturale ed eclettica Berlino, Le Mezzelane Casa Editrice, è una giovane (nata nel luglio del 2016) e dinamica realtà editoriale italiana dalle idee aperte e che guarda lontano. Orgogliosamente NoEAP, suoi punti di forza sono la valutazione dei testi, l’editing accurato, la grafica di altissimo livello, la qualità della stampa e il marketing innovativo, il tutto a un prezzo estremamente interessante per il lettore. Con più di 230 titoli a catalogo e uno staff preparato e versatile, Le Mezzelane è la Casa Editrice ideale per l’autore esordiente come per quello affermato, per il poeta come per il saggista.

Pubblichiamo storie emozionanti e coinvolgenti, che siano semplici o complesse, che facciano sognare o che facciano paura è lo stesso. La nostra offerta va dal fantasy ai cosiddetti libri new adult, passando per l’erotico e il thriller, senza trascurare la poesia e il teatro; abbiamo anche una collana dedicata alla saggistica.

Pubblichiamo sia ebook sia carta. L’ebook è la comodità, la possibilità di portare con sé un’intera biblioteca, la carta è ovviamente la tradizione, ma non solo: la carta permette di mostrare al meglio l’alta qualità del lavoro.s

Ecco l’intervista alla casa editrice!

Scrittura & Scritture

Scrittura & Scritture è una casa editrice indipendente NOEAP (NoEditoriaAPagamento) fondata nel 2006 da Chantal ed Eliana Corrado. Si distingue nel vasto panorama editoriale per l’accurata selezione e cura promozionale nella pubblicazione delle opere.
Tra i suoi princìpi fondamentali pubblicare non più di 10 novità l’anno, per assicurare a ogni libro la giusta durata e nella convinzione che il mondo editoriale non debba essere oltremodo ingolfato.
Pubblica narrativa: dal romanzo contemporaneo e moderno a quello storico, dal giallo al thriller e noir declinati in tutte le loro sfumature. Su questo ha suddiviso il suo catalogo in due collane, rispettivamente: Voci – che si sdoppia in VociRiscoperte, in cui confluiscono i grandi romanzi del passato – e Catrame.

Ecco l’intervista a Eliana e Chantal Corrado!

Marco Serra Tarantola Editore

La edizioni Tarantola (TARANTOLA Editore e MARCO SERRA TARANTOLA Editore) inizia la sua attività con Alfredo Tarantola negli anni Cinquanta divenendo poi via via più produttiva. Giungono alla stampa fra l’altro, per tramite di Alfredo Tarantola, la prima pubblicazione di Montanelli e Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa che fu assiduo frequentatore della libreria aperta in quegli anni a San Pellegrino.
Marco Serra Tarantola è il fulcro operativo delle attuali edizioni, naturale prosecuzione di quella stessa passione per i libri che già era appartenuta al nonno Alfredo.

Edizioni Tripla E

La Casa Editrice nasce nel 2011 come “Edizioni Esordienti E-book”, come naturale “emanazione” del “Rifugio degli Esordienti”, al quale Piera Rossotti Pogliano ha collaborato dalla fine degli anni ’90 del secolo scorso, per offrire agli esordienti meritevoli (la selezione è la nostra nota caratteristica) la pubblicazione in e-book, che in quel momento cominciava ad imporsi. Ben presto, si è unita alla pubblicazione e-book anche l’edizione cartacea. Quest’anno, la ragione sociale è cambiata, diventando “EEE – Edizioni Tripla E”, perché non potevano più utilizzare il termine “esordiente” per i numerosi autori che hanno pubblicato con noi quattro, cinque, … perfino sette opere!

Pubblichiamo e-book e cartaceo “print on demand”, siamo NOEAP e facciamo del nostro meglio per promuovere il nostro catalogo (che conta ormai più di 500 pubblicazioni, tra e-book e cartaceo), siamo sui social, abbiamo un canale Youtube, partecipiano al Salone del Libro di Torino… e ora siamo lieti di venire a Ferrara con la nostra collana “Grande e piccola storia”.

Crediamo nelle “buone pratiche” dell’editoria e cerchiamo di offrire ai lettori prodotti di qualità.

Il nostro sito è www.edizionitriplae.it

L’intervista Flash a Piera Rossotti, responsabile di Tripla E!

VJ Edizioni

La VJ Edizioni nasce a Verona nel 2014, con il preciso intento di dare voce agli autori esordienti o poco conosciuti per dar loro la possibilità di “tirar fuori dal cassetto” le loro opere. Dalla fine del 2017 a tutto il 2018 Vj Edizioni sospende la pubblicazione in proprio nell’ottica di una collaborazione con la casa editrice Betelgeuse, Verona. Dal 2019 Vj Edizioni, interrotta la precedente collaborazione, riprende le pubblicazioni e si trasferisce di sede a Milano.
Attualmente sviluppa la propria attività in quattro collane: Parole Nuove per la narrativa; Poiesis per la poesia, Clepsamia per la saggistica e Assi del Palco per il teatro.

L’intervista all’editore e i libri che porterà a Scripta Manent!

AUTORI

Linda Bertasi

Linda Bertasi nasce nel 1978.

Appassionata di storia e letteratura inglese, gestisce il Lit-Blog Linda Bertasi Blog dove offre servizi agli autori, collabora con Magazine e case editrici, è Editor presso La Bussola – Servizi Editoriali, è stata membro di EWWA, collaboratrice presso Pink Magazine Italia ed è Co-Founder presso il Facebook Group Io Leggo Il Romanzo Storico.

Esordisce nel 2010 come autrice e ha all’attivo sei romanzi che spaziano dal romance al paranormal, dal fantasy al romanzo storico e all’erotico.

Vive nella provincia di Ferrara, dove è proprietaria di una piccola realtà commerciale.

Ecco le 5 domande per Linda!

Claudio Bedin

Sono nato il 17 aprile 1952 a San Donà di Piave (Ve), dove ho sempre vissuto. Da qualche anno un po’ di spola a Trieste, una città alla quale ho dedicato il mio ultimo storico.
Fin da piccolo, la Storia mi ha sempre affascinato. Mio padre ha combattuto la seconda guerra mondiale e sulle sue ginocchia ascoltavo i ricordi… Per il suo lavoro era spesso a Venezia, e quando poteva mi portava con sé. Mi spiegava tutto, e poco importa che scoprii, anni dopo, che molto se l’era inventato. Devo a lui il mio attaccamento alla città e alla storia della Serenissima.
Oltre ai libri di favole, mi appassionavano i testi di scuola riguardanti ciò che era epico, battaglie, assedi. E fra i romanzi storici, ricordo Ivanhoe di Scott.
Credo che quando dentro si sente qualcosa, nasca in noi una irresistibile forza di comunicare; e la scrittura è la forma che più mi piace: tutto quello che scrivo è perché è dentro di me.
Il legame con la scrittura iniziò già a dieci anni, con la composizione di fiabe e brevi poesie, perché riuscivo a elaborare con facilità strutture in rima.
Poi qualche racconto e bozze-di-saggio, a esempio sulla battaglia di Lepanto.
E tanta lettura, con predilezione per la saggistica.
Solo da pensionato, dopo una vita in banca, ho potuto dedicarmi alla grande passione, con visite più frequenti a biblioteche, archivi storici e, soprattutto, scoprire continuamente nuovi angoli di Venezia.
Sì, perché è Lei, la Serenissima, la protagonista indiscussa dei miei libri!
Il leone e la farfalla, è il primo libro uscito nel 2014, un romanzo storico ambientato nella Venezia del 1500. che nasce proprio dove sono nato, sulle rive della Piave. Si sviluppa poi a Venezia, in Istria e Dalmazia. Narra della guerra contro i corsari, dell’assedio di Malta e della guerra di Cipro, terminando con Lepanto, 7 ottobre 1571: sono circa 17 anni di storia. Mi avevano ispirato Jennings e Follett, scrittori che mi affascinano da sempre.
Nel  gennaio 2016 ho pubblicato Intrigo, sempre ambientato a Venezia nel 1618. Qui ho pensato di affondare la punta della penna nel giallo. Conoscevo vagamente questa storia del complotto spagnolo contro la Serenissima, e visto che il periodo storico era perfetto, è partita la fase di ricerca. Ancora più accurata, precisa, con visita all’archivio di Stato di Venezia e caccia alle fonti e alle documentazioni. Questa congiura è un fatto poco conosciuto, assolutamente reale, dove Venezia ha rischiato la propria indipendenza. Ho potuto collegare qualche filo al romanzo precedente, visto che erano passati 46 anni da Lepanto.
Infine, per completare la trilogia, nel settembre 2017 è uscito Un soldato sbagliato. Un salto di un altro mezzo secolo, siamo nel 1669, ultimi mesi del ventennale assedio di Candia da parte dei Turchi.
La narrazione è una retrospezione. Si passa, a capitoli alterni, dalla piccola Trieste all’assolata fortezza nell’isola di Creta. Credo che questo si possa definire un “romanzo introspettivo”, sempre inserito in un fedelissimo contesto storico.
Tutti i libri sono stati pubblicati in self, dopo aver considerato una serie di proposte di CE, risultate poi a pagamento. E un’altra ragione è stata la fretta, il desiderio di offrire i libri alla biblioteca e alle scuole della mia città, ai tantissimi amici e a coloro che davvero amano la Storia.

L’intervista a Claudio Bedin!

Claudio Bolle

Sono nato a Vicenza, dove ho sempre vissuto, studiato e lavorato.
Due passioni hanno fortemente condizionato la mia vita e le mie amicizie: la musica e la lettura.
Dopo gli studi ho avuto discreta fortuna nel mondo del lavoro, arrivando giovane ai massimi livelli in importanti aziende della mia zona in campo amministrativo, toccando anche personale e informatica, e adesso ne godo i frutti, standomene a riposo.
Fin da giovanissimo suono chitarra e tastiere, fino a non molti anni fa attivo in vari gruppi della mia zona, continuando a coltivare progetti miei, per smettere quasi completamente una volta preso dal “sacro fuoco” della scrittura. O, per meglio dire, preso dalla quasi necessità, per preservare la mia salute mentale, di scrivere una storia, diventata una cosa forse eccessiva, arrivata con l’ultimo capitolo, che sto rivedendo, a un totale di circa 3500 pagine, nel classico formato libro.
Se Lettere Animate Editore non mi avesse pubblicato il primo, forse avrei smesso, invece mi hanno pubblicato anche i due successivi e la Santelli Editore il quarto, incoraggiandomi a continuare, tanto che sto lavorando ad altri progetti, uno in qualche modo collegato, l’altro totalmente diverso.

L’intervista a Claudio!

Catia P. Bright

Catia P., classe ’69, è attiva da alcuni anni nel panorama dell’horror e del fantastico con escursioni in ambito giallo e noir, il tutto firmato con il suo vero cognome: Pieragostini.
Jane Austen resta comunque la sua scrittrice preferita e nel 2017, con lo pseudonimo Catia P. Bright, si è cimentata con successo nella stesura e pubblicazione del suo primo romanzo lungo, Un lupo nel cuore, un romance con accenni fantasy ambientato nella campagna inglese del 1824.
I suoi racconti horror Medium e Il suo Bosco sono stati pubblicati in ebook dalla Delos Digital rispettivamente nelle collane Halloween

 Nights e Horror Story.

Dal 2011 ad oggi, ha pubblicato diversi racconti brevi in varie antologie edite da Weird Book, Damster Edizioni, Delos Books, Edizioni Scudo, Galaad Edizioni e Nero Press Edizioni.
Originaria delle Marche, lavora nell’ambito del Digital Marketing a Bologna, dove vive col marito e due figlie.
Con una versione ridotta de Il suo bosco ha vinto il premio Nella Tela 2011 – sezione Novelle.
Il racconto Le gatte si è aggiudicato il premio Algernon Blackwood 2012.
Con Morti ammazzati  è stata finalista al Gran Giallo di Cattolica 2013.

Ecco le 5 domande flash per Catia!

Elide Ceragioli

Elide Ceragioli, nata a Massa nell'ottobre 1954, vive dalla metà degli anni ‘80 alle porte di
Firenze. Felicemente sposata dal 1982, ha due figli: Andrea (1987) e Chiara (1989). È medico ed esercita con passione la professione di neuropsichiatra-infantile in ambito ospedaliero.
Occupa il tempo libero in attività di volontariato insieme al marito e fin da ragazza coltiva la
passione per la lettura e si diletta a scrivere racconti, partecipando a numerosi concorsi con buoni
piazzamenti diverse pubblicazioni. Solo negli ultimi dieci anni si dedica prevalentemente al
romanzo.
Mettendo a frutto la ricchissima esperienza di lettrice, ma anche di donna, sposa, mamma, medico e
cristiana, sa cimentarsi con generi diversi, dal racconto al romanzo storico, dal romanzo giallo al
saggio. Le sue passioni, come scrittrice, sono la storia (soprattutto medievale), i gialli e la persona
umana (soprattutto nei suoi aspetti relazionali e psicologici).

Ecco l’intervista flash per Elide!

Graziano Consiglieri

Graziano Consiglieri ha conseguito la Laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne all’Università di Genova. Giornalista pubblicista, lavora per la redazione sportiva ligure de La Stampa. Ha al suo attivo una decina di libri: la raccolta di poesie «Di Terra, d’Acqua e di Vento». (Ennepilibri, 2004); due romanzi «Amore a prima vista – La nostra fattoria» (Spes 2007) e «Il segreto della Fattoria» (Spes 2019) e un’antologia «La gioia di incontrarci – Il mondo di Michela» (Spes 2013) sul mondo dell’handicap; tre monografie sportive, dedicate al Panathlon (2008 e 2018) e alla Rari Nantes Imperia (2009). Con Araba Fenice ha scritto un giallo, «Il paese dove non moriva nessuno», in uscita in questi giorni, e i due romanzi storici «Il tesoro dei Catari» (2016) e «Sulle tracce dei Catari» (2018). Sta lavorando al terzo e ultimo volume della trilogia.

Le 5 domande per Graziano Consiglieri!

Fabio Cosio

Torinese, classe 1976. Grafico, da sempre lavora nel mercato della comunicazione visiva.
Inizia gli studi come perito aereonautico, ma dopo aver disegnato una storia a fumetti per il giornalino della scuola l’insegnante di disegno gli consiglia di seguire un percorso artistico. Si iscrive quindi ad Arti Grafiche dove, dopo aver scritto una relazione sul periodo paleocristiano, l’insegnante di storia gli consiglia di cercare di diventare giornalista.
Confuso sin da allora, cerca la sua strada cimentandosi in qualsiasi cosa abbia una parvenza di creatività: musica (strimpella la chitarra), disegno, letteratura, grafica e giardinaggio.
Nel 2016 pubblica il primo libro della serie Penitenziagite, Genesi, seguito nel 2018 dal secondo volume, Atti degli apostoli. Il terzo e ultimo libro è previsto per la fine del 2019. Nel frattempo ha scritto anche un romanzo fantasy contemporaneo dal titolo Macchia.
Nel 2019 ha partecipato alla raccolta Sei un mito 4.0 per Erga Editore con il racconto La nascita del Corsaro Nero – omaggio a Emilio Salgari.

L’intervista a Fabio!

Marco De Luca

Marco De Luca (Lecce, 1983) vive e lavora a Verona.
Appassionato di storia e soprattutto della storia della Repubblica di Venezia, è un autore indipendente.
A gennaio del 2018 ha pubblicato il romanzo “Mosaico, una storia veneziana“, appoggiandosi alla
piattaforma Kindle Direct Publishing di proprietà di Amazon. Nel 2019 pubblica “Mosaico, le due croci”. Alla base dei suoi romanzi c’è un profondo lavoro documentario su fonti storiche e storiografiche e una grande passione per la storia della Serenissima. Alla passione per la lettura, unisce quella dei viaggi, definendosi “viaggiatore seriale”. Il primo libro che ha letto è “I viaggi di Gulliver” dello scrittore irlandese Jonathan Swift.

L’intervista flash a Marco De Luca!

Alberto Ferretti

Nato a Ferrara nel 1961, diplomato in scienze sociali, Alberto Ferretti lavora a Bologna nell’ambito informatico, ed è esperto di Criptovalute, Master node e tecnologia Blockchain.
Da sempre appassionato di storia, in particolare medioevale, ha collaborato con numerose associazioni storico-politico-culturali, italiane ed estere. È stato membro della Scuola Romana di Filosofia Politica, area Università La Sapienza.
È stato fra i fondatori e Portavoce Nazionale, di Area Destra; è stato candidato al Senato alle elezioni politiche del 2008 e 2013 e come Sindaco alle amministrative di Ferrara del 2009. Nel 2013 ha fondato l’Associazione culturale INSORGENTI della quale è Presidente.
Tra i suoi hobby preferiti la navigazione a vela.
È autore di opere d’arte Geek-Futuriste e di libri.  Ha pubblicato: nel 2012, La Guerra Italo-Turca 1911-1912 (dal diario del tenente RC Angelo Masotto); nel 2017, Gli Insorgenti del Basso Po (Romanzo storico); nel 2018, Il Sangue degli Insorgenti; nel 2019, Nelson non naviga più (Romanzo).
Sito web: www.albertoferretti.it

Conosciamolo meglio con la nostra intervista flash!

Grazia Maria Francese

Nata nel 1955. Laureata in Medicina, amo però la storia e, come scriveva Agatha Christie, viaggiare è il mio peccato. Avevo vent’anni quando cominciai: Sahara, Anatolia, Siria, India, Indonesia, Malaysia… sempre più a est. Alla fine approdai in Giappone, che diventò la mia seconda patria.

Nel frattempo prendeva forma il mio primo romanzo storico, ambientato nell’Italia del VI secolo: dopo un lunghissimo periodo di maturazione fu pubblicato nel 2015. Di recente è stato ripubblicato da Aporema Edizioni con il titolo di “Langbardar – sole rosso”.

“L’uomo dei corvi”, pubblicato nel 2016 da Edizioni Tripla E, è uno spin-off del primo: una rivisitazione romanzata della principale fonte storica dell’alto Medioevo italiano, la Historia Langobardorum di Paolo Diacono.

Nel 2017 ho pubblicato sempre con Tripla E un terzo romanzo storico, Arduhinus. La figura di Arduino d’Ivrea mi ha sempre affascinata. Compare nella storia con la spada in pugno e scompare in un silenzio profondo, senza spiegazione. Ho cercato di dare a quest’ombra un volto e una voce.

Adesso sto lavorando a un progetto ambizioso: un romanzo ambientato in Italia e nel Giappone nel XVI secolo, quando approdarono laggiù le navi portoghesi.

Le cinque domande per Grazia Maria Francese!

Amalia Frontali

Amalia Frontali conduce felicemente un’esistenza assai ordinaria nella bassa bolognese. Scrive per passione da cinque anni, da sola e a quattro mani, per lo più in ambientazione ottocentesca e con discutibili derive romantiche. Contraddistinta da una pericolosa e cronica mancanza di ambizioni, si ostina a compiere scelte impopolari quanto a forme narrative e strategie promozionali. Ha trovato grande spasso e soddisfazioni nell’autopubblicazione, per il futuro si vedrà.

Ecco l’intervista con le nostre 5 domande ad Amalia!

 

 

Renato Ghezzi

La mia carriera di scrittore inizia nel 2014, con una raccolta di racconti sportivi, “Hockey per negati”. Nel 2018 esce il mio romanzo, “Seconda possibilità”, Le Mezzelane Casa Editrice.

Dopo anni in informatica, nel 2018 entro nello staff della Casa Editrice come editor e responsabile del gruppo autrici e autori della Lombardia.

Quest’anno vinco il primo premio al concorso “Bruna Montessori” e ottengo il quarto posto al concorso nazionale “Città di Ascoli”.

Dirigo il giornale della UTE di Cinisello Balsamo, sono presidente onorario della Lega Cisalpina Hockey Ghiaccio e pratico danza storica, Rinascimentale e Regency.

L’intervista a Renato!

Alessandro Giunti

Laureato in Lingue per la comunicazione interculturale presso l’università degli studi di Siena, ha svolto numerosi studi sulla ricerca linguistica e sulla didattica delle lingue, da cui ha ricavato il libro La didattica dell’italiano insegnato agli stranieri, un vademecum per l’insegnamento dell’italiano agli stranieri. Oltre alla ricerca linguistica e filologica sull’insegnamento delle lingue, ha approfondito lo studio di misteri e leggende legate all’esoterismo, in particolare ha svolto numerose ricerche riguardanti i misteri della Francia templare e Leonardo Da Vinci, da cui ha tratto L’enigma Da Vinci.

L’intervista flash di Alessandro Giunti!

 

Eufemia Griffo

Devo i miei natali alla città di Napoli ma vivo a Milano da quando avevo cinque anni. Sono laureata in pedagogia e insegno alla scuola dell’infanzia.
Da sempre innamorata della scrittura, ho iniziato a scrivere nel 2002 i miei primi racconti, ma solo nel 2005 ho esordito ufficialmente in questo campo con un racconto vincitore di un primo premio letterario internazionale. Ho vinto numerosi premi di narrativa e di poesia e molti miei racconti e poesie sono contenuti nelle antologie di varie case editrici. Nel 2014 ho scritto insieme a Davide Benincasa “L’eredità di Dracula, liriche gotiche sull’amore oltre il tempo”, una rivisitazione poetica
del romanzo di Bram Stoker, che ci è valso il primo premio di poesia Leandro Polverini e una recensione su Panorama. Nel 2016 ho pubblicato “Il fiume scorre ancora”, una raccolta di
venticinque racconti. Appassionata di haiku, un genere poetico di origine giapponese, nel 2017 ho vinto quattro primi premi letterari di haiku e nel Febbraio 2019 il prestigioso premio internazionale “Blith Award International”, arrivando prima su centinaia di poeti provenienti da ogni parte del mondo. Scrivo gli haiku in italiano e in inglese e li pubblico sulle più prestigiose riviste internazionali.
Il 3 agosto 2018 è stato pubblicato il mio primo romanzo storico, “Sagome di carta. Le streghe di
Triora”, da Le Mezzelane, una giovane e dinamica realtà editoriale italiana dalle idee aperte e che
guarda lontano.
Attualmente sto lavorando a nuovi progetti artistici, compresi due romanzi storici che spero
vedranno la luce nei prossimi anni.

Ecco l’intervista flash a Eufemia!

Francesco Grimandi

Francesco Grimandi, appassionato di storie e di misteri, appare con alcuni racconti nelle antologie Delos. Il suo primo romanzo storico, “Affresco Veneziano”, è presente su Amazon assieme a “Il soffio della morte”, un noir storico ambientato nella Bologna del ‘300, e “L’Orizzonte di Aton”, un’antica indagine sulla morte del faraone Akhenaton. Un suo racconto nella Venezia del XVI secolo, “La riva di Biasio”, è stato pubblicato nel numero 1323 de “Il Giallo Mondadori”. Finalista al premio GRAN GIALLO CITTÀ DI CATTOLICA – MYSTFEST 2017.
Cinque domande per Francesco

Ivan La Cioppa

Ivan La Cioppa è nato a Santa Maria Capua Vetere (Ce) il 13 settembre 1981. Dopo aver preso la maturità classica, si è laureato in Giurisprudenza. Ha sempre coltivato la passione per la Storia e la letteratura fantasy. All’età di 18 anni visita un’importante mostra di modellismo statico organizzata dal Club MASC di Santa Maria Capua Vetere e resta affascinato dal mondo delle miniature. Da quel momento inizia a dipingere miniature, rivelando una particolare attitudine alla pittura. Da ciò, ha iniziato a partecipare a mostre e concorsi internazionali del settore e ad organizzare corsi di modellismo, trasformando questo hobby in un vero e proprio lavoro.

L’intervista flash a Ivan!

Linda Lercari

Salve a tutti i lettori di Thriller Storici e dintorni! Vi ringrazio per l’ospitalità. Sono Linda Lercari e già dal nome si può indovinare quanto sia interessata alla storia. Lercari, infatti, è una famiglia ligure di antiche origini e spesso penso a un mio antico antenato: Megollo Lercari, un grande condottiero del quale, un giorno, spero di poter narrare le gesta in un romanzo. Mi definisco un’autrice multi genere in quanto mi occupo sia di poesia che di romanzi storici, ma anche di novelle erotiche e di distopia post apocalittica. Ho sempre letto molto sin da bambina e amo poter spaziare in più settori. Sono anche attrice e pratico l’arte marziale del Kendo, la Via della Spada Giapponese.

Ecco l’intervista flash che abbiamo proposto a Linda!

Fabio Maiano

Fabio Maiano nasce a Treviso nel 1965. Dopo studi di carattere scientifico, e qualche anno di
ingegneria al Politecnico Milano, lavora per parecchi anni in un’importante Compagnia
assicurativa.
Coltiva da sempre la passione per la storia, in particolare quella di Venezia e del Veneto, e quella
per la narrativa, passioni che confluiscono nella collana di romanzi ambientati ella Venezia
rinascimentale “Messer Santo Marco – La saga”, i cui primi due volumi sono stati pubblicati nel
2014 e nel 2017.
Sposato, vive a Spinea con la moglie Dunia e la loro Labrador Mya.
Attualmente svolge l’attività di bagnino di salvataggio e istruttore cinofilo.

L’intervista rilasciata da Fabio Maiano!

Renato Carlo Miradoli

Renato Carlo Miradoli è nato a Milano nel 1967. Maturità classica, si è laureato in Lettere Classiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore nel 1997 con una tesi dal titolo “Έλευθερία e αύτονοµία (Eleutheria e Autonomia) da Alessandro Magno alla conquista romana”.
È docente di inglese e italiano per stranieri presso l’Università Bocconi di Milano, SDA, Master MIMEC, Politecnico di Milano, MIP Master del Politecnico, presso istituzioni, enti di formazione, e aziende multinazionali e nazionali.
Ha tradotto “Stonehenge the Secret of the Solstice” di Terence Meaden, pubblicato dalla casa editrice Armenia con il titolo “Stonehenge, il segreto del solstizio”. È il traduttore ufficiale in Italia di Roald Hoffman, poeta americano, www.roaldhoffmann.com, per il quale ha tradotto varie poesie tra le quali “From Surfeit to Dearth”, “To the Flame, to the Flame”, Ground Truths”, pubblicate sulla rivista GOLEM http://www.golemindispensabile.it/.
Vive e lavora a Milano. A febbraio del 2015 ha esordito con il romanzo “Epistola a Tiberio”, primo capitolo della saga Chronica Pisonum, di cui è stato pubblicato il seguito, “Janus”, a dicembre 2018 per MarcoSerraTarantola Editore: www.miradoli.com

Intervista Flash a Renato!

Sonia Morganti

Sonia Morganti è laureata in legge e la sua formazione le consente di approcciare il mondo della creatività in maniera metodica. Legge molto più di quanto scriva e crede fermamente nel potere creativo e amoroso della parola.
“Il magnifico perdente”, edito da Oakmond Publishing nel 2019, è il suo quarto romanzo ed è il libro che
porterà a Scripta Manent. Lui, di rimando, traghetterà il lettore oltre Manica, in una Londra dickensiana, dove un uomo e un bambino si incontreranno e, tra i fumi del carbone e la solitudine di un esule italiano, sbocceranno fiori.

Ecco l’intervista flash di Sonia!

Ugo Moriano

Sono nato a Imperia nel 1959 e vivo con la mia famiglia a Diano Marina, sempre in provincia di Imperia.
Dopo aver lavorato per 12 anni nelle Ferrovie dello Stato, dal 1993 sono un impiegato amministrativo del Comando dei Vigili del Fuoco di Imperia.
L’amore per la lettura e l’interesse per la storia mi hanno accompagnano fin dalla più giovane età.
Nella prima metà degli anni novanta, prima il computer e successivamente internet si sono conquistati un posto di rilievo nel mio tempo libero, senza però intaccare il mio attaccamento per i libri e l’interesse verso le vicende storiche.
Dopo essermi cimentato per hobby, negli scorsi anni, in racconti pubblicati sul Web, nel 2008 ho fatto il mio esordio nel mondo della carta stampata con un romanzo noir dalle forti venature storiche.
Attualmente diciassette miei romanzi (tre storici di cui uno finalista al premio Bancarella) sono stati pubblicati.

Ecco l’intervista a Ugo Moriano!

 

Andrea Oliverio
Nato a Milano, dove vive da sempre, ad eccezione di una breve parentesi all’estero. Laureato nel 2000, è entrato subito dopo nel mondo del lavoro. Si occupa di Telecomunicazioni e all’interno del settore ha ricoperto mansioni diverse: ufficio del personale, vendite e marketing. Ama le sfide e affianca alla sua professione diverse attività.
Appassionato di giochi di ruolo, che pratica da sempre e di storia antica, ha scoperto la lettura in età avanzata. Si è avvicinato di recente alla scrittura, che è diventata una splendida compagna: inseparabile e fedele. In essa confluiscono tanti elementi: esperienze, sogni e semplici idee. È uno strumento portentoso.
Cinque domande per Andrea!

Matteo Palli

Matteo Palli è fiorentino e ha 49 anni. Si considera un lettore prestato alla scrittura in quanto Ilio 1184 a.C.  La fine del mondo è il suo primo romanzo. E’ un romanzo che nasce da una grande passione per i miti greci e in particolare la Guerra di Troia. Ha cercato di raccontare gli eventi ben noti da un punto di vista diverso però, inserendoli in un contesto storico e eliminando tanti aspetti tipici del mito (cito per esempio il rapimento di Elena e il famoso tallone di Achille). Tutto questo mantenendo ovviamente tutti i personaggi resi famosi dai versi di Omero e rivedendo, con occhi un po’ diversi, tanti avvenimenti presenti nell’Iliade.

Il suo libro è pubblicato da SILELE EDIZIONI

Ecco le cinque domande per Matteo!

 

Fabio Pelliccione

Nato a Sarteano in provincia di Siena nel 1976.
Ha conseguito una laurea in Tourism Management a York in Inghilterra nel 2002 e un MBA in International Management negli USA nel 2005.
Ha lavorato e vissuto molti anni all’estero e nel 2017 è tornato in Italia.
Vive a Firenze con la famiglia.
La passione per la lettura e la storia lo hanno spinto a scrivere un romanzo.
Gli uomini dietro lo Scisma pubblicato a Luglio 2019 in self-publishing è il suo romanzo d’esordio.

L’intervista flash per Fabio!

 

Claudio Rossi

Scrivo da pochi anni. Provengo da un settore professionale legato alla topografia e alla geologia
in cui ho operato per decenni. Lavorando sul territorio ho avuto la possibilità di conoscere aspetti
poco noti di opere costruite in epoca romana, tra cui strade, acquedotti e opere idrauliche,
realizzazioni che non possono non accendere la curiosità in chi le incontra e le vede. L’attività
mi ha portato ad operare in spedizioni in aree desertiche usando spesso attrezzature ben poco
superiori a quelle dell’epoca romana. Scrivere di avventure di un agrimensore romano è stata alla
fine una cosa quasi naturale.
Il ciclo degli otto romanzi pubblicati che ha per protagonisti Quintilio, un agrimensore dei tempi
di Cesare, e il suo fidato assistente greco, ha avuto un esito pienamente soddisfacente ed intendo
continuare con una nuova serie, interamente già scritta, che sarà pubblicata tra qualche mese.

Intervista flash per Claudio!

Clara Schiavoni

Nata a Tolentino (MC),  in quella terra che fu la Marca camerinese governata per 300 anni dalla Signoria dei Varano su cui ho focalizzato i miei studi, ho abitato per molti anni ad Ancona per poi trasferirmi a Osimo. Laureata in Sociologia all’Università di Urbino, mi sono dedicata all’insegnamento, alla ricerca storica privilegiando l’epoca medievale per la quale ho un’affezione viscerale, alle letture e alla scrittura cominciando con libri per l’infanzia, che adoro, per poi cimentarmi nella letteratura di genere e, dopo anni di studio, nel romanzo storico.

Collaboro periodicamente con il settimanale camerte Orizzonti della Marca a cui invio recensioni di libri che mi seducono.

La mia attuale casa editrice è A/E (Affinità Elettive), Ancona, di Valentina Conti che conduce il suo lavoro con un coraggio unico considerando i tempi che corrono per l’editoria italiana, soprattutto per i piccoli editori indipendenti. Valentina edita esclusivamente libri di autori marchigiani ed è anche la titolare della Libreria marchigiana, situata nel centro storico di Ancona, dove ospita libri di altri editori della nostra regione. Nell’ultima settimana dello scorso settembre ha dato vita, con impegno notevole, al primo Festival della Storia in Ancona il cui tema è stato “I confini”, spaziando dalla letteratura di genere alla storia moderna.

Ecco le 5 domande per Clara!

Tiziana Silvestrin

Tiziana Silvestrin vive e lavora a Mantova.
Laureata in lettere con indirizzo artistico all’Università di Verona, oltre ad essere una appassionata studiosa di storia e di arte, ama molto gli animali, abita  infatti  con quattro gatti, ai quali si aggiunge ogni tanto un clandestino, e un cane.
Entrata a far parte di una compagnia di teatro amatoriale inizia a scrivere commedie e a insegnare animazione teatrale nelle scuole.
Attualmente segue l’Ufficio per i diritti degli animali del Comune di Mantova.
Nel 2007 al concorso letterario Voci di donna vince il premio speciale A.M.M.I. con il racconto Amina.
Nel 2009 esce il suo primo romanzo I leoni d’Europa , a cui hanno fatto seguito  Le righe nere della vendetta, Un sicario alla corte dei Gonzaga,  Il sigillo di Enrico IV , La profezia dei Gonzaga  tutti pubblicati dalla casa editrice Scrittura&scritture.

L’intervista a Tiziana per voi!

Alessandro Spalletta

È nato a Grosseto, in Toscana, nel 1988.
Nel 2013 ha conseguito la Laurea Magistrale in Lingue e Culture per la Comunicazione Internazionale. Vive a Roma ma non ha dimenticato l’amore per la sua terra.
Da una grande passione per la lettura è nata la voglia di iniziare a scrivere.
Il Cavaliere del Grifone è il suo romanzo d’esordio, pubblicato a ottobre 2018.

Cinque domande per conoscere meglio Alessandro!

 

Gianluca Stisi

Gianluca Stisi: ha frequentato lo storico liceo Giulio Cesare e ha conseguito la Laurea in Lettere presso l’Università La Sapienza di Roma. Giornalista iscritto all’albo dei Pubblicisti, ha lavorato nel campo dei media sportivi per diversi anni, decidendo poi di dedicarsi alla passione della storia, scrivendo romanzi. “Sangue sul Foro” (edito nel 2018) è il secondo volume della collana di gialli a sfondo storico dedicata all’investigatore romano Quinto Valerio Probo. Della stessa serie: “La disgrazia della Domus Curzia” edito nel 2017

Ecco la sua intervista!

 

Furio Thot

Furio Thot as Fabio Dessole si è laureato in Scienze Politiche all’Università di Milano, città dove è nato alla fine degli anni cinquanta. Ha pubblicato fino ad oggi una raccolta di racconti e quattro romanzi (Il sogno di Euridice, Le cesoie di Atropo, Il destino di Psiche, L'abbraccio di Thanatos e Conspiratio) più un romanzo scritto in collaborazione con Marta Tempra (A.D. 1243 – L’ultimo
assedio) tutti per Arpeggio Libero.
Ha partecipato, inoltre, con sette racconti, all’antologia Le teste di Cerbero con Anna Piazza (autrice di Arpeggio Libero) e Simone Salvetti. Attualmente risiede a Lodi con la propria famiglia e dedica alla scrittura quasi ogni momento lasciatogli libero dal proprio coinvolgimento nella CE Arpeggio Libero. Dopo aver terminato il romanzo storico A.D. 1243 – L’ultimo assedio, si è dedicato alla ricerca stesura di un altro romanzo storico che ruota attorno alle figure dei figli di Federico II di Svevia: (Enzo, Manfredi, Corrado IV). Quest’ultimo romanzo (La nidiata dell’aquila) sarà scritto sempre in collaborazione con Marta Tempra.

Le 5 domande flash a Furio Thot!

Daniela Tresconi

Nasce a La Spezia nel 1965. Vive ad Arcola dove lavora come dipendente di un Ente pubblico. E’ iscritta all’Ordine dei Giornalisti e collabora con il Secolo XIX per la redazione spezzina e con il Magazine L’Ordinario di Lucca. Fa parte dell’Associazione culturale viareggina Nati per scrivere.

Ha scritto vari racconti, come La farfalla dorata inserito nell’antologia Tutta colpa dello zodiaco (NpsEdizioni 2018), Lo spartito del diavolo inserito in Jukebox Racconti a tempo di musica (NpsEdizioni 2017) e Lettera al mare inserito in Pensieri di Mamma (Panesi edizioni 2017). A dicembre 2018 è uscito il suo libro per bambini dal titolo Il piccolo faro e il delfino Blu (NpsEdizioni)

Il suo romanzo d’esordio è il mistery storico La linea del destino (Panesi Edizioni 2017), vincitore del:

  • Premio assoluto della Giuria per la narrativa edita nel concorso letterario internazionale “Le Grazie Portovenere La Baia dell’arte” anno 2017,
  • della menzione d’onore per la narrativa edita nel concorso internazionale di letteratura “Antico Borgo 2017
  • del quarto premio narrativa edita nel Concorso internazionale Città di Sarzana 2018

Ad aprile 2019 è uscito il nuovo romanzo dal titolo «Il sigillo delle Cento Chiavi» Panesi Edizioni.

Ecco l’intervista di Daniela Tresconi!

MGL Valentini

Il mio nome completo è Monica Maria Giovanna Lucrezia Valentini e per questo motivo ho usato l’acronimo  MGL che racchiude tutti i nomi per firmare i miei libri. Vivo a Roma con mio marito, mio figlio e una gatta ma anche se vivo nell’Urbe da tanti anni, sono romana solo di adozione, poiché le mie origini si fondono tra Abruzzo e Toscana. Tra le innumerevoli passioni che coltivo da quando ero piccola, una in particolare è imprescindibile: scrivere. Non amo parlare di me, preferisco che a farlo siano i protagonisti dei miei romanzi, perché in ognuno di loro potrete scoprire un po’ di me.
Pubblico altri romanzi sotto lo pseudonimo di Myrddin Emrys.

Ecco a voi l’intervista di MGL Valentini e i libri che porterà a Scripta Manent!

Andrea Zanetti

Nel 2017 ho conosciuto una piccola realtà editoriale della provincia di Treviso, molto orientata a pubblicazioni che raccontassero il territorio. Piazza Editore è molto conosciuta nella provincia di Treviso, dove pubblica da 26 anni e il mio progetto è piaciuto molto a Silvano Piazza, il titolare, che ha deciso di pubblicare Il Principe di Venezia con una tiratura iniziale di 1.000 copie e impegnandosi a pubblicare anche gli altri libri della saga.

Cinque domande per Andrea!

 

 

 

 

Facebook Comments