TSD consiglia… le nuove uscite di Marzo

Come ogni mese torna la nostra rubrica sulle novità in uscita in libreria! Cosa ci aspetta per il mese di Marzo? Siete curiosi di saperlo…?  Buona lettura!

Dove aspetta la tempesta.
Un pirata sulla rotta di Calico Jack

Carla Marcone
Scrittura & Scritture
Uscita: Marzo 2019

Nuova avventura editoriale per Carla Marcone.
In uscita a fine marzo questo romanzo, di ambientazione storica, coniuga avventura, amori, personaggi storici e di fantasia con un intreccio davvero sorprendente. Saliremo a bordo della Adventure Galley, comandata dallo scozzese William Kidd, uno dei corsari più temuti dei Caraibi.
Tra bucanieri in cerca di tesori misteriosi, corsari avidi di bottini e filibustieri bellici con una sciabola in mano incroceremo poi la rotta di altri vascelli e di altri pirati e faremo la conoscenza del pirata Calico Jack.
All’arrembaggio ciurma!
Lettori, siete avvisati, preparatevi a salpare con i personaggi di Carla Marcone.

 

La cena segreta
Javier Sierra
DeA planet
Data di uscita: 12 marzo

A 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, il bestseller che ha svelato al mondo i misteri del capolavoro de L’ultima cena.
Ducato di Milano, 1497. Il frate Augustin Leyre, inquisitore domenicano esperto nell’interpretazione di messaggi cifrati, viene incaricato dal Sant’Uffizio di sovrintendere alle ultime fasi della preparazione dell’affresco che Leonardo da Vinci sta eseguendo nel refettorio di Santa Maria delle Grazie.
“L’Ultima cena” presenta anomalie sconcertanti che pongono profondi interrogativi sulla fede cristiana: il Messia non celebra l’Eucarestia spezzando il pane e sulla tavola non compare il sacro calice del suo sangue, gli apostoli sono senza aureola e Leonardo è accusato di aver ritratto se stesso nell’atto di voltare le spalle a Gesù. Il Cenacolo, insomma, pare celare un universo di simboli e significati forse riconducibili all’eresia Catara. Il mistero si infittisce quando, poco dopo l’arrivo del frate, una serie di delitti sconvolge la comunità domenicana di Santa Maria delle Grazie.

Una ragazza riservata
Kate Atkinson
Editrice Nord
Data di uscita: 7 marzo 2019

Londra, 1981. Una donna giace sull’asfalto. È stata investita mentre attraversava la strada, proprio il giorno del suo ritorno in Inghilterra, dopo anni passati all’estero. Un tragico incidente, che presto verrà dimenticato da una città in fermento per il matrimonio del secolo. O forse non è stata una casualità. Perché quella donna era depositaria di tanti, troppi segreti.
Londra, 1940. La diciottenne Juliet Armstrong viene reclutata dai servizi segreti per un lavoro all’apparenza semplice: sbobinare registrazioni. In realtà, si tratta di un compito delicato, perché quelle registrate sono le conversazioni tra un agente infiltrato e un gruppo di cittadini inglesi simpatizzanti del Reich. Per il governo, è essenziale individuare e tenere d’occhio una potenziale quinta colonna filonazista in patria. Soprattutto ora che Londra è il bersaglio delle bombe tedesche. Dapprima disorientata, Juliet s’immerge sempre più in un mondo all’apparenza innocuo, eppure in cui ogni gesto, ogni parola è ambigua e pericolosa. E dopo alcune settimane ha l’occasione di mettersi alla prova come agente operativo, in una rischiosa missione sul campo. E nulla andrà come previsto.
Londra, 1950. A cinque anni dalla fine delle ostilità, la crisi economica e le conseguenze della guerra opprimono ancora il popolo inglese. Juliet lavora per la BBC, allo sviluppo di programmi d’intrattenimento per sollevare lo spirito degli ascoltatori. Ma anche per lei è difficile liberarsi del passato, che riemerge nella forma di un messaggio lasciato sotto la porta di casa: Pagherai per quello che hai fatto. Dopo tutto quello che è successo dieci anni prima, Juliet non è sorpresa. E riprende contatto con alcune conoscenze del tempo di guerra, che però non le sono di nessun aiuto. Anzi, un uomo misterioso la coinvolgerà ancora una volta in una missione segreta. La scacchiera è sempre la stessa, ma è cambiato uno dei giocatori: non più la Germania nazista, bensì l’Unione Sovietica.
Attraverso lo sguardo di un personaggio femminile sfaccettato e in continua evoluzione, Kate Atkinson ci coinvolge con maestria in una storia dal ritmo serrato e dalla scrittura poliedrica.
«Un romanzo che ci spinge a fare i conti con la Storia e a pensare a quanto ci sono costate le nostre scelte, sia individuali sia collettive. Ed è un tema quanto mai attuale. »
The Guardian

Roma. Piccola storia simbolica
Franciscu Sedda e Paolo Sorrentino
La Lepre Edizioni
Data di uscita: 22/03/2019

Intrecciando con seria levità frasi di imperatori e stemmi sui tombini, luoghi monumentali e moderni quartieri periferici, miti, leggende e canzoni popolari, norme legislative e graffiti sui muri, libri eruditi e romanzi di culto, frammenti cinematografici e rituali della vita quotidiana, meraviglie ed orrori della città eterna, questo libro si propone di offrire ai romani e agli stranieri, a cittadini e turisti, un modo diverso di percorrere significati e luoghi, conflitti e aspirazioni, bruttezze e bellezze di Roma nell’arco dei suoi quasi tremila anni di vita.

 

Le disobbedienti.
Storie di sei donne che hanno cambiato l’arte

Elisabetta Rasy
Mondadori
Data di uscita: 19 marzo 2019

Che cosa unisce Artemisia Gentileschi, stuprata a diciotto anni da un amico del padre e in seguito protagonista della pittura del Seicento, a un’icona della bellezza e del fascino novecentesco come Frida Kahlo? Qual è il nesso tra Élisabeth Vigée Le Brun, costretta all’esilio dalla Rivoluzione francese, e Charlotte Salomon, perseguitata dai nazisti? C’è qualcosa che lega l’elegante Berthe Morisot, cui Édouard Manet dedica appassionati ritratti, alla trasgressiva Suzanne Valadon, l’amante di Toulouse-Lautrec e di tanti altri nella Parigi della Belle Époque? Malgrado la diversità di epoca storica, di ambiente e di carattere, un tratto essenziale accomuna queste sei pittrici: il talento prima di tutto, ma anche la forza del desiderio e il coraggio di ribellarsi alle regole del gioco imposte dalla società. Ognuna di loro, infatti, ha saputo armarsi di una speciale qualità dell’anima per contrastare la propria fragilità e le aggressioni della vita: antiche risorse femminili, come coraggio, tenacia, resistenza, oppure vizi trasformati in virtù, come irrequietezza, ribellione e passione. Elisabetta Rasy racconta, con instancabile attenzione ai dettagli dell’intimità che disegnano un destino, la vita delle sei pittrici nella loro irriducibile singolarità. Incontriamo così la giovanissima Artemisia, in fuga dalle calunnie romane dopo un processo infamante, che si fa strada nella Firenze dei Medici ma non vuole rinunciare all’amore. Élisabeth Vigée Le Brun, acclamata ritrattista di Maria Antonietta, che attraversa l’Europa contesa dalle corti più importanti senza mai staccarsi dalla sua bambina. Berthe Morisot, ostacolata dalla famiglia e dai critici accademici, che diventa la première dame degli Impressionisti. La scandalosa Suzanne Valadon, amante e modella dei grandi artisti della Parigi di fine Ottocento, che sceglie di farsi lei stessa pittrice combattendo la povertà e i preconcetti. Charlotte Salomon che, quando sente avvicinarsi la fine per mano del boia nazista, narra la sua breve e tempestosa vita in un’unica sterminata opera che al disegno unisce la musica e il teatro. Frida Kahlo, straziata dalle malattie fin dalla più giovane età, che sfida la sofferenza fisica e i tormenti amorosi con le sue immagini provocatorie e il suo travolgente look. Tutte loro, negli autoritratti che aprono le intense pagine di Elisabetta Rasy, guardano negli occhi chi legge e invitano a scoprire l’audacia con cui hanno combattuto e vinto la dura battaglia per affermarsi – oltre i divieti, gli obblighi, le incomprensioni e i pregiudizi –, cambiando per sempre, con la propria opera, l’immagine e il posto della donna nel mondo dell’arte.

Le febbri della memoria

Gioconda Belli

Feltrinelli
Data di uscita: 7/03/2019

Il sangue della moglie sulle mani, le grida soffocate, il corpo di lei esanime a terra: è questo l’incubo ricorrente del duca Charles de Choiseul-Praslin, pari di Francia, dopo che una notte d’agosto la moglie Fanny muore pugnalata in camera da letto. È il 1847 e gli echi della Rivoluzione sono ormai lontani. Unico accusato dell’omicidio e rinchiuso in carcere, il duca corre un grave pericolo. Le voci insistenti di una sua relazione con Henriette, l’istitutrice dei figli, sembrano confermare la sua colpevolezza, e la folla, sempre più avversa ai nobili e alla monarchia, esige una condanna esemplare. Fallito il tentativo di suicidarsi in prigione con l’arsenico, ma indotto a fingere la propria morte per sottrarsi al processo, Charles inizia una fuga rocambolesca con l’aiuto del fedele servitore Ibrahim e con il favore del re Luigi Filippo. Sotto le mentite spoglie del borghese Georges Desmoulins, arriverà prima sull’Isola di Wight, dove apprenderà i rudimenti della medicina e farà amicizia con il poeta Alfred Tennyson, e poi molto più lontano, a New York, e infine nel remoto e selvaggio Nicaragua. La possibilità che gli è stata concessa di vivere una seconda esistenza farà emergere doti personali fino ad allora rimaste sopite, e forse, tra le piogge torrenziali e la vegetazione lussureggiante dei Tropici, tra nuove rotte da scoprire e febbri malariche da combattere, Charles/Georges troverà anche la forza di perdonarsi e di lasciar entrare un nuovo amore nella sua vita.
Prendendo spunto dalla figura di un misterioso antenato, Gioconda Belli costruisce una vicenda disseminata di avventure, intrighi e tradimenti, in cui un novello Montecristo, rinato a seconda vita, non consuma la vendetta ma va in cerca del riscatto personale in un viaggio agli antipodi del mondo conosciuto.

Il monastero del male

Silvio Foini
Newton Compton
Data di uscita: 28/03/2019

Un nuovo monastero è sorto a Torba, ma forze oscure si stanno muovendo nell’ombra per soppiantarlo
Anno 999. Il monaco Galdinius, insieme ad altri due confratelli, decide di trasformare la torre di Torba, nei pressi di Varese, in un monastero. Con l’aiuto dei contadini locali e, in particolare del longobardo Wilfredo, capo del villaggio vicino, il sogno diventa realtà, e il monastero diventa il fulcro attorno a cui rifioriscono il territorio circostante e la comunità. Per ottenere un supporto nelle numerose attività intraprese, Galdinius chiede e ottiene dalla madre badessa del vicino convento di Caira che otto delle monache che vivono lì si trasferiscano a Torba. Tra loro c’è Brenda, la monaca erbolaria. Esperta di rimedi naturali, medicamenti e venefici, nasconde un oscuro segreto: la sua anima è posseduta dal demone Astharot, che intende mettere in atto un preciso progetto per il nuovo monastero. La sua opera di predizione è appena iniziata… Alla vigilia dell’anno Mille, in un periodo storico fosco e violento, prende vita un cupo intrigo di inganni e delitti. Un affresco nella torre di Torba ne fa tuttora testimonianza: nel ritratto, quattro delle otto monache sono misteriosamente raffigurate senza volto.
Un monastero avvolto dal mistero
Una rivelazione nascosta in un’antica pergamena
Un’infernale trama di inganni e delitti alla vigilia dell’anno mille

I custodi della pergamena del diavolo

Francesca Ramacciotti
Newton Compton
Data di uscita: 28/03/2019

Una caccia al tesoro a ritroso nel tempo, alla ricerca di un misterioso tesoro nascosto da secoli a Pisa
Pisa 1174. Mentre l’architetto Deotisalvi inizia a costruire la Torre di Pisa, viene rubato l’oro che un tempo rivestiva l’antico arco di trionfo della città: la porta Aurea. Inoltre, Pisa è funestata da una serie di strani omicidi, su cui è chiamato a indagare il giovane perito legale Lanfranco, pupillo di Deotisalvi.
Giorni nostri. Yasser Martani, autore di saggi storici, si convince grazie alle sue ricerche che il ladro fosse un notabile di Pisa e che l’oro della Porta Aurea sia ancora nascosto in città. Insieme alla sua giovane assistente Emma, Martani inizia una caccia al tesoro a ritroso nel tempo, scavando proprio nel periodo in cui Lanfranco era alle prese con il misterioso assassino. Ma qualcosa lega i delitti e gli intrighi del passato al presente. Qualcosa di enigmatico che potrebbe essere nascosto tra le pagine del diario di una suora, adesso tra le mani di Emma. Quella che era iniziata come una semplice indagine storica, però, si trasforma ben presto qualcosa di molto pericoloso che mette a rischio le loro stesse vite. Un oscuro mistero è sepolto nelle fondamenta di Pisa.
«Francesca Ramacciotti può essere definita la signora italiana del thriller storico. La sua Pisa del XII secolo, dove intrighi e delitti si consumano a ritmo serrato durante la costruzione della torre pendente, non si dimentica.»
Carlo Martigli

Facebook Comments

Precedente I segreti dei Templari - La vita dopo la fine Successivo Verso "Il nome della rosa" - la serie #2 I nuovi ordini mendicanti