La gatta della regina – Domitilla Calamai e Marco Calamai de Mesa

Trama
All’inizio del cinquecento si ampliano i confini di un mondo in rapida  trasformazione. Tra Tenerife, Europa e Americhe tre fratelli si confrontano con una realtà in continuo divenire, alla ricerca di se stessi. Àlvaro  s’immerge negli affari tra l’andalusia, le Canarie e Genova, dove l’Ammiraglio Andrea Doria gli propone una missione diplomatica presso l’imperatore Carlo V; ad accompagnarlo sarà affascinante nobildonna, Camilla Parodi. Inés diviene dama di compagnia dalla regina Giovanna la pazza, madre imperatore, e a Toledo innamora di Maria Pacheco, la donna che guida la rivolta dei comuneros; la scoperta della sua vera identità sessuale sarà per lei anche il movente di scelte estreme. Juan imbarca per le indias per studiare la flora del nuovo mondo e in amazzonia toccherà con mano la violenza della conquista. Attraverso le audaci vicende dei tre protagonisti, raccontate con attento rigore storico, il romanzo ci porta nel cuore di un’epoca di sconvolgente mutamento.

Recensione a cura di Alessandra Ottaviano
Il romanzo è ambientato nel 1519 tra Tenerife, perla dell’arcipelago delle Canarie appartenenti all’Imperatore Carlo V, e l’Europa e le Americhe. Narra le vicende di tre fratelli: Alvaro, Inès e Juan de Mesa di origine castigliana ma impiantati nella colonia spagnola; il loro padre, Diego, è un ricco possidente terriero di vaste piantagioni di canna da zucchero al quale, tempo addietro, il duca Medina Sidonia aveva elargito la nomina di cavaliere e incaricato di conquistare Tenerife.
Una terra ricca e lussureggiante che faceva i conti con i problemi derivanti dalla convivenza di diversi popoli e culture: i nativi Guanche, i convertiti Moriscos e gli indigeni che arrivavano dal nuovo mondo.
Il primogenito Alvaro viene designato come erede del mercante genovese Francesco Parodi, e parte per un viaggio in Europa che lo porterà a scoprire una realtà molto diversa dalla sua, il punto di vista di coloro che finanziano le spedizioni nelle nuove colonie oltre oceano. L’ammiraglio Andrea Doria lo renderà parte di una missione diplomatica presso la corte dell’imperatore.
La sorella Inès parte alla volta di Tordesillas come dama di compagnia della regina detronizzata Juana D’Aragona, che vive isolata dal mondo ormai da undici anni.

Per ragioni di stato non è stata informata dei cambiamenti avvenuti recentemente al vertice del regno, con l’incoronazione di suo figlio Carlo, ora a capo del Sacro Romano Impero … è stata esclusa dalla successione da suo padre Ferdinando. Da sempre Juana è al centro di trame che mirano a privarla del potere che le spetterebbe: il padre, il marito e adesso il primo dei suoi figli maschi hanno fatto di tutto per metterla da parte. Circolano, da tempo, voci insistenti sulla sua instabilità mentale, che la renderebbe inadatta a governare.

La regina riesce a trovare conforto nelle fusa della sua affezionata gatta Zapachilda, crogiolandosi nella sua condizione di sostanziale impotenza ma chiamata a prendere posizione allo scoppiare della rivolta dei Comuneros che si oppongono a Carlo V non riconoscendo il fiammingo come loro reggente.
L’ultimogenito Juan, mosso da un amore sconfinato per la natura e la conoscenza, ereditato dai suoi avi, parte alla volta del nuovo mondo, dove la bellezza della natura incontrastata si scontra con la crudeltà umana nello sterminio degli indigeni nativi.
Gli autori utilizzano una scrittura scorrevole e particolareggiata sia nelle descrizioni sia nell’accurata ricostruzione del contesto storico, la rappresentazione della natura lussureggiante dell’isola di Tenerife sono parte integrante della narrazione , non un semplice contorno, ma serve a rendere al lettore immagini vivide di un ambiente selvaggio e di un mondo perduto.
È impossibile non affezionarsi ai tre personaggi principali, sono tutti ben caratterizzati e il lettore si sente partecipe delle loro inquietudini, del loro vissuto alla scoperta di loro stessi.
Al termine dei loro viaggi avventurosi faranno ritorno alla loro terra natia, si confronteranno, si riscopriranno profondamente cambiati dalle esperienze che hanno vissuto. Una trama romanzata e ben imbastita dentro una puntuale e affascinante ambientazione storica.

Copertina flessibile: 224 pagine
Editore: La Lepre Edizioni (1 gennaio 2020)
Collana: Visioni
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8899389659
ISBN-13: 978-8899389659
Link di acquisto cartaceo: La gatta della regina
Link di acquisto ebook: La gatta della regina

Facebook Comments

Precedente Quanto conosci il blog di TSD? Successivo I piaceri della tavola di Lucrezia Borgia