L’intervista di TSD a Iana Pannizzo del blog “Un libro per amico recensioni”

Cari lettori, anche nel 2020 prosegue la nostra rubrica #intervistailblogger!
Uno spazio in cui incontriamo i blogger come noi, che gestiscono un bookblog, che hanno la passione per i libri, le storie, gli autori e più in generale la parola stampata.
Oggi siamo in compagnia di Iana Pannizzo del blog “Un libro per amico. Recensioni”

Chi è Iana Pannizzo?
Iana Pannizzo nasce a Palermo il 2 gennaio del 1973. Si diploma alla scuola magistrale ed è una grande appassionata di mitologia greca, astronomia ed egittologia. Ama cantare, scrivere, leggere, Cisco , Fabrizio De André e la juventus.   È sposata, ha due figlie, un cane e due gatte e sogna di poter andare in vacanza in Antardide.

 

 

 

Benvenuta nel nostro salotto, Iana. Partiamo con una domanda base: Come nasce l’idea di diventare blogger?
Ciao Roberto, mi fa molto piacere essere ospite qui a TSD e ti ringrazio.
L’idea di diventare blogger nasce lo scorso anno, spinta dal desiderio di condividere notizie su autori, recensioni, pareri e consigli con chi ha la passione per la lettura come me. Ho scelto un cane (il mio) come icona perché sia libri che cani sono i miei migliori amici.

Sulla pagina di “Un libro per amico recensioni” molto spesso proponi dei video in cui consigli le letture che più ti hanno colpito. Perché i video? Preferisci questa forma di comunicazione agli articoli scritti?
I video hanno un impatto forte, a volte più di un semplice scritto e a volte serve solo quello per dare delle informazioni senza stancare chi ti legge. Devo ammettere però che ogni video per me è una sfida contro la mia timidezza.

Gestisci da sola il blog o ti avvali della collaborazione di recensori?
Gestisco da sola il blog anche se a volte mi avvalgo della collaborazione di mio marito. Una collaborazione importante ed essenziale per me.

Cosa pensi del mondo dei blogger?
È meraviglioso se si guarda da una prospettiva non competitiva. Tutti possono imparare da tutti, perché ognuno ha un proprio talento e una propria prospettiva. Io per prima ogni mese dedico uno spazio agli altri ( e altre ) blogger per conoscere e far conoscere la loro realtà. Come dico spesso siamo candele che si illuminano a vicenda. Nessuno toglie luce all’altro, al contrario. Io apprendo tantissimo dai “ grandi “. Tra i quali.. permettimi di dirlo.. ci sei anche tu.

Partecipi alle fiere letterarie? Se sì, cosa ti piace di più di questi eventi?
Ho partecipato a qualche fiera e spero di continuare a farlo. Naturalmente, abitando in provincia di Torino non potrei mai mancare al Salone del Libro.

Se ti va, puoi svelarci qualche tuo progetto per il futuro del tuo blog?
Di progetti ne ho tanti, alcuni li sto sperimentando in questi mesi. Da circa tre mesi ho aperto uno spazio dedicato interamente ai bambini.
Sono invitati a scrivere delle storie per essere pubblicate nel blog. Questo per incoraggiare la creatività dei bambini. Purtroppo oggi tablet e tv limitano la fantasia dei piccoli, privandoli così di strumenti potenti come la fantasia e i desideri. I bambini possono anche disegnare le loro storie e se lo desiderano, lavorare anche in gruppo. Naturalmente verrebbero premiati con un piccolo gadget, libri o altro, a seconda l’età del bambino/a. Intendo creare a breve anche uno spazio simile dedicato agli adulti, perché ritengo che la scrittura tocchi delle corde intime che ci sleghino da blocchi mentali. Scrivere apre le porte del cuore e questo non può che fare bene. Per questo ho già cominciato a scrivere personalmente alcuni racconti non solo per dare l’esempio ma anche perché.. mettendomi nei panni di un autore, riesco a recensire con più coscienza. Spero di ricevere molti racconti di bambini e adulti.

Grazie per essere stata con noi e averci raccontato un po’ della tua vita da blogger! Alla prossima!

Facebook Comments

Precedente L’ultimo respiro del corvo, l’omicidio Caravaggio – Silvia Brena e Lucio Salvini Successivo La spada del lupo. La leggenda del cavaliere rosso – David Gilman